Home Appennino Bolognese Coronavirus, diritto al gioco e distanziamento fisico: dal 10 giugno quattro incontri...

Coronavirus, diritto al gioco e distanziamento fisico: dal 10 giugno quattro incontri online con il pedagogista Roberto Maffeo

Come spiegare ai bambini la necessità di mantenere il distanziamento fisico senza ledere il fondamentale diritto al gioco, sarà il tema affrontato nella serie di quattro incontri virtuali con il pedagogista Roberto Maffeo che prenderà il via il 10 giugno.
Quattro appuntamenti rivolti ai cittadini dei distretti di San Lazzaro e dell’Appennino, nell’ambito del progetto “Trame educative per nuove comunità”.
In questa fase della nostra storia è importante che i bambini imparino a mantenersi distanti, ma è altrettanto importante far sì che non perdano la curiosità verso l’altro, la voglia di stare insieme senza avere paura e senza snaturare l’identità di ciascuno. È compito degli adulti rassicurare i bambini e offrire loro nuove regole di comportamento.

Il primo appuntamento è per mercoledì 10 giugno ore 16 per i residenti nei comuni di San Lazzaro di Savena, Loiano, Monghidoro, Monterenzio, Ozzano dell’Emilia, Pianoro.
Altri tre incontri sono in programma martedì 16, mercoledì 17 e giovedì 18 giugno (quest’ultimo con la presenza di mediatori culturali sarà anche tradotto in arabo e magrebino) e sono rivolti ai residenti di Alto Reno Terme, Camugnano, Castel d’Aiano, Castel di Casio, Castiglione dei Pepoli, Gaggio Montano, Grizzana Morandi, Lizzano in Belvedere, Marzabotto, Monzuno, San Benedetto Val di Sambro e Vergato.

Il ciclo di incontri è realizzato dalla Città metropolitana di Bologna e dall’Istituzione Gian Franco Minguzzi, nell’ambito del progetto “Trame educative per nuove comunità” rivolto ai bambini e alle bambine della fascia d’età 0-6 anni e ai loro genitori, residenti nel territorio metropolitano bolognese. Un progetto che nasce dalla collaborazione fra diversi operatori pubblici e privati con l’intento di rispondere alle esigenze in continuo cambiamento della comunità partendo dall’ascolto dei bisogni delle famiglie. Il progetto è stato selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile con capofila Cooperativa Quadrifoglio Onlus.

Il numero massimo di partecipanti per incontro è di 30 persone, sarà data priorità ai residenti nei comuni indicati e nel caso di posti disponibili potranno partecipare tutti.
È richiesta l’iscrizione ai singoli incontri scrivendo a: gabriella.ghermandi@cittametropolitana.bo.it