Home Reggio Emilia Presentata la graduale riprogrammazione dell’attività specialistica dell’Azienda USL IRCCS di Reggio

Presentata la graduale riprogrammazione dell’attività specialistica dell’Azienda USL IRCCS di Reggio

L’Azienda USL IRCCS sta lavorando per la riapertura, che sarà graduale e progressiva, dell’attività specialistica. Al momento è possibile prenotare soltanto alcune prestazioni.

La complessa e articolata procedura di ricollocazione delle prestazioni, che non è stato possibile svolgere nel periodo dell’emergenza pandemica, rende necessario estendere la sospensione anche a quelle che erano già programmate sino al 30 giugno. I cittadini che riceveranno l’sms dall’Azienda USL non devono fare nulla in quanto saranno richiamati dagli operatori addetti alle ricollocazioni delle prestazioni.

Anche per quanto riguarda la ricollocazione delle prestazioni sospese nei mesi dell’emergenza, i cittadini in attesa vengono attualmente contattati al telefono per fissare un nuovo appuntamento. Tra qualche giorno diventerà operativo l’invio di sms personalizzati contenenti la vecchia prenotazione comprensiva della branca specialistica e di un nuovo appuntamento, che non sarà necessariamente nella stessa sede della prima prenotazione. Il cittadino, ricevuto l’sms, avrà la possibilità di accettare o rifiutare il nuovo appuntamento.

A essere interessate sono le prestazioni specialistiche relative al periodo marzo-giugno 2020,  il cui numero complessivo ammonta a 147.000 prestazioni, il 39% delle quali riguarda esami di laboratorio e il 30% le prime visite. Rispetto al totale, comprensivo del regime istituzionale, sono state sinora ricollocate 65.000 prestazioni dando priorità ai pazienti con maggiori complessità patologiche e agli esami di laboratorio. Il recupero in corso interessa un gran numero di prestazioni, per questo motivo si chiede ai cittadini di avere pazienza e attenersi alle informazioni diffuse direttamente dall’Azienda.

Nelle strutture private accreditate sono state aperte le agende per nuove prenotazioni di esami di diagnostica per immagini, ecodoppler, elettromiografie, e di visite per le specialità di cardiologia, ortopedia, neurologia, otorinolaringoiatria, chirurgia vascolare, fisiatria, allergologia, oculistica, dermatologia, ginecologia, mentre sono aperte le agende aziendali per le prestazioni di TAC e rx, esami di laboratorio, di anatomia patologica, visite di ematologia, dermochirurgia e malattie infettive.

Il numero verde Cuptel 800.425.036 sta registrando un grande afflusso di chiamate per nuove prenotazioni alle quali cerchiamo di dare risposta adeguata, anche con l’integrazione del numero di operatori assegnati al servizio. Ciononostante in questi giorni possono esserci momenti di sovraccarico del sistema, per cui, in caso di mancata risposta, invitiamo i cittadini a riprovare in altri orari della giornata.

Si ricorda che è possibile prenotare esami e visite specialistiche anche nelle farmacie aderenti a Farmacup e nei Medicup (i centri di prenotazione dei medici di medicina generale e pediatri di libera scelta), attraverso il Fascicolo Sanitario Elettronico, con Cupweb. Le prestazioni con urgenza U e B possono essere prenotate agli sportelli CUP.

Gli esami di laboratorio per pazienti in TAO (terapia anticoagulante orale), donne in stato di gravidanza e bambini 0-10 anni sono ad accesso diretto, senza cioè bisogno della prenotazione.

Ricordiamo infine che ospedali e poliambulatori non potranno tornare a lavorare come prima e i cittadini dovranno imparare ad essere comprensivi e pazienti e attenersi scrupolosamente e diligentemente alle norme di sicurezza. In particolare, i controlli in entrata, i cosiddetti Check point e le procedure igienico-sanitarie allungheranno i tempi di esecuzione delle prestazioni. Per questi motivi è possibile che le visite riprogrammate possano svolgersi in una sede diversa da quella indicata inizialmente, per ragioni di ordine igienico-organizzativo o per accelerare i tempi ed il recupero del pregresso.

Confidiamo nella comprensione e collaborazione di tutti i cittadini mentre assicuriamo il nostro massimo e costante impegno nel rispristino, in completa sicurezza, dei servizi e delle attività che hanno subito necessarie riorganizzazioni nel periodo dell’emergenza epidemica.