Home Fiorano Risposta all’interrogazione sulla situazione delle piscine di Spezzano

Risposta all’interrogazione sulla situazione delle piscine di Spezzano

Durante il Consiglio Comunale di lunedì 27 luglio, l’opposizione ha interrogato la giunta circa la mancata riapertura delle piscine site a Spezzano di Fiorano, lamentando inoltre incuria delle stesse e sottolineando il fatto che i comuni limitrofi abbiano ad oggi gli impianti aperti. Il tutto a fronte di una ristrutturazione costata 250mila euro nel 2017.

Ha risposto all’interrogazione l’assessore ai Lavori Pubblici Monica Lusetti, che, in sintesi, ha così spiegato la situazione.

Innanzitutto la sistemazione dell’impianto e la sua messa a norma ha richiesto una cifra inferiore, che si aggira attorno ai 50mila euro, e ad oggi non si registrano lamentele di incuria, anche perché le condizioni della struttura rimangono buone. Il bando di gara è stato pubblicato all’inizio di marzo, in linea con le tempistiche corrette per un’eventuale apertura a giugno, ed è stata scelta una procedura aperta al fine di garantire la più ampia possibilità di partecipazione possibile. Si tratta però di una tipo di procedura che richiede tempistiche leggermente maggiori. La scadenza era prevista per fine aprile, poi prorogata a fine maggio, causa Covid.

“Si dava ampia possibilità di concordare tra le parti, per la stagione 2020, regole e importi differenti da quanto previsto”, oltre ad essere prevista una riduzione del canone per la prima annualità (in base agli effettivi periodi di apertura). Ciononostante nessuno si è proposto di gestire le piscine.

Infine “gli impianti dei comuni limitrofi sono aperti poiché obbligati da contratti pluriennali già in essere. Non si è pubblicato un ulteriore bando perché i tempi non sarebbero stati sufficienti per l’apertura in estate. In più, tutti i soggetti interessati sono stati a conoscenza delle agevolazioni in caso di apertura straordinaria fino all’ultimo, ma comunque hanno deciso di non partecipare e rimandare ogni valutazione al prossimo anno.  Nessuna società ha chiesto proroghe dei termini o altre informazioni”.

Nonostante gli sforzi e la predisposizione dell’amministrazione comunale, quindi, non sono emersi candidati per la gestione delle piscine di Spezzano. Sicuramente, elemento preponderante è stato il timore rispetto alle ristrettezze derivate dal Covid.