“Dispera Bene”: manuale di consolazione e resistenza al declino






    Si può convivere con la disperazione e renderla perfino fruttuosa? Marcello Veneziani risponde con un prontuario filosofico controcorrente per imparare ad accettare il presente, ripararsi dal potere, curare il pessimismo; un piccolo manuale di consolazione per reagire alle avversità della vita con saggia leggerezza, perché il mondo non finisce e non inizia con noi.

    Domenica 18 ottobre, a partire dalle ore 11,30 in piazzale Della Rosa per la rassegna “Piazza d’Autore”, Marcello Veneziani presenterà il suo ultimo libro dal titolo “Dispera Bene”, dialogando con l’Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Sassuolo Corrado Ruini.

    L’ormai decennale riflessione filosofica di Marcello Veneziani approda all’esercizio più difficile: condensare il suo pensiero in massime e metodi concreti per affrontare serenamente la vita nelle sue contraddizioni. Dopo aver ritratto in Imperdonabili le figure di quegli intellettuali irregolari e maestri sconvenienti che contraddissero il loro tempo aprendo nuovi orizzonti, e aver ricercato in Nostalgia degli dei i principi intramontabili, e tuttavia dimenticati, che guidano l’esistenza umana, si cimenta ora, con il tono di una guida morale ma mai moralista, sulle regole non scritte del saper vivere. Veneziani suggerisce un percorso di pensiero a chi, pur conscio dei limiti umani, non vuole rinunciare a costruire una vita degna. E dedica il suo libro a giovani e anziani, indirizzando una lettera aperta a un ragazzo della classe duemila.

    Una guida per guardare alla realtà e affrontare le sfide del presente ponendo al centro la virtù dell’amor fati, l’accettazione del destino; un manuale per reagire al declino – della civiltà o personale –, al tempo che passa, alla vita che finisce.

    Marcello Veneziani vive tra Roma e Talamone. Dopo aver fondato e diretto riviste, assunto incarichi pubblici e lavorato in televisione, decide di cambiare vita e si dedica alla scrittura. Ha composto vari saggi di storia delle idee, filosofia civile e cultura politica, oltre a testi letterari, tra i quali La sposa invisibile (2006), Rovesciare il ’68 (2008), Sud (2009), Amor fati (2010), Vivere non basta. Lettere a Seneca sulla felicità (2011), Dio, patria e famiglia. Dopo il declino (2012), Ritorno a sud (2014), Anima e corpo (2014). Con Marsilio ha pubblicato Lettera agli italiani (2015), che ha ispirato un format teatrale portato in tour in tutta Italia, Alla luce del mito (2017), Imperdonabili (2017) e Nostalgia degli dei. Una visione del mondo in dieci idee (2019).

    ***

    Ingresso gratuito, su prenotazione: https://prenotazioni-eventi-sassuolo.reservio.com

    Tutti gli eventi si svolgeranno nel rispetto dei protocolli di sicurezza Covid-19: sarà possibile accedere al luogo dell’evento fino alla capienza consentita dall’obbligo di distanziamento.

    Date le maggiori procedure richieste, si chiede di arrivare almeno quindici minuti prima dell’evento.

    In caso di pioggia l’iniziativa si svolgerà all’interno della tensostruttura allestita al Parco Ducale.









    Articolo precedenteTartufesta, annullate tutte le manifestazioni del prossimo week-end
    Articolo successivoLapam promuove la ‘Giornata del pane’ artigianale