Home Bassa reggiana Trasportatore campano fermato dalla Polizia stradale e scoperto con cronotachigrafo truccato

Trasportatore campano fermato dalla Polizia stradale e scoperto con cronotachigrafo truccato

Duemila euro di multa per aver “truccato” il cronotachigrafo installato a bordo del proprio veicolo. Questa la maxi-sanzione inflitta da una pattuglia della polizia stradale di Guastalla nei confronti di un autotrasportatore campano fermato nel weekend della scorsa settimana. La pattuglia, infatti, ordinava l’alt ad un camion che viaggiava lungo la S.P.2 in barba ai divieti di transito nel centro abitato di Villarotta zona in cui in questo periodo è presente un grosso cantiere con appositi divieti per permettere l’abbattimento di un vecchio stabile e dare spazio ad una rotonda che in futuro agevolerà il passaggio dei mezzi pesanti in quel tratto di strada.

L’attenta ed approfondita attività di controllo, evidenziata delle anomalie dei dati del tachigrafo digitale, dove vengono registrati i tempi di guida e di riposo del conducente, ha permesso di verificarne la manomissione. Il veicolo pesante, condotto dal 54enne B.A. di origine campana, veniva scortato presso un’autofficina specializzata per una verifica più approfondita, che permetteva di constatare l’effettiva manomissione del cronotachigrafo digitale in modo tale da impostare l’attività di riposo nonostante il veicolo fosse in movimento. Il dispositivo veniva disinstallato dal mezzo e sottoposto a sequestro per ulteriori accertamenti.

Gli agenti della polizia stradale hanno accertato che grazie a un bypass collegato nel vano motore sarebbe riuscito a “ingannare” la centralina, guidando più delle ore consentite e non riposando abbastanza per evitare i rischi dovuti alla stanchezza. Un escamotage purtroppo utilizzato spesso dalle aziende, specialmente da quelle con limitato numero di mezzi, per rispettare tempi di consegna stretti e trasportare la merce a destinazione massimizzando i guadagni, nonché in concorrenza sleale nei confronti degli altri autotrasportatori che circolano nel rispetto della normativa. Tutto a scapito della sicurezza su strada.