Home Sociale Il comune di Castelvetro aderisce alla campagna di Amnesty International per la...

Il comune di Castelvetro aderisce alla campagna di Amnesty International per la liberazione dello studente Patrick Zaky

Il Comune di Castelvetro ha aderito alla campagna di Amnesty International “Freedom for Patrick Zaky”, libertà per lo studente egiziano dell’Università di Bologna detenuto nelle carceri del suo paese dal 7 febbraio scorso, quando si trovava al Cairo per andare a fare visita alla sua famiglia e fu arrestato con l’accusa di propaganda contro lo stato.

A testimoniare l’adesione del Comune di Castelvetro, un “banner” di tre metri che pende da una finestra del palazzo municipale e che riporta un’immagine del giovane Zaky disegnata dal fumettista Gianluca Costantini, prima iniziativa del programma dedicato ai diritti umani che vedrà altri interventi nei prossimi mesi a cura dell’assessorato e dell’ufficio cultura.

«Dobbiamo comprendere e riflettere bene sull’importanza dei diritti – ha detto Giorgia Mezzacqui, vicesindaco e assessore castelvetrese – anche quelli che riteniamo naturalmente acquisiti. Da anni cerchiamo di porre interrogativi e sollecitazioni su questo tema: nel mondo ormai piccolo in cui viviamo, c’è necessità di stimolare ed educare, soprattutto le nuove generazioni, a conoscere e ad apprezzare come possibilità di arricchimento la “diversità” qualunque essa sia».

Quanto a Zaky, la cui detenzione è stata ulteriormente prorogata in questi giorni dalle autorità egiziane, è stato Antonio Rizzi, del circolo modenese di Amnesty International, a ribadire a Castelvetro la posizione e l’obiettivo dell’organizzazione: «Chiediamo l’immediata liberazione di Patrick e degli altri esponenti della sua Ong, detenuti da lungo tempo senza un giusto processo e alcun legittimo motivo».