Home Reggio Emilia Dal 18 gennaio sarà possibile far richiesta dei buoni spesa ad Albinea,...

Dal 18 gennaio sarà possibile far richiesta dei buoni spesa ad Albinea, Vezzano e Quattro Castella

A partire dal 18 gennaio, e fino alle ore 13 del 30 marzo, sarà possibile fare richiesta per ottenere i buoni spesa, che l’Unione Colline Matildiche destinerà alle famiglie con Isee fino a 10.000 euro, che nel 2020, a causa dell’emergenza Covid, hanno subito gravi ripercussioni sulla loro situazione economica. I richiedenti dovranno essere in possesso dell’Isee ordinario, oppure corrente ottenuto nel 2021.

I buoni potranno essere utilizzati per acquistare generi alimentari e prodotti di prima necessità e dovranno essere utilizzati negli esercizi commerciali dei tre comuni che fanno parte dell’Unione: Albinea, Quattro Castella e Vezzano sul Crostolo.

Per la distribuzione di questa ulteriore trance di buoni spesa verrà data la priorità a coloro che non ne hanno mai beneficiato nel 2020, fino a esaurimento scorte.

Tra i requisiti richiesti figura la perdita totale di reddito da lavoro dipendente o da lavoro autonomo o libero professionale; la riduzione del reddito complessivo famigliare a causa di Cassa integrazione, chiusura delle attività imprenditoriali professionali o commerciali; la condizione di non essere assegnatario dell’indennità di disoccupazione o di percepire indennità di disoccupazione tale da determinare la mancanza di mezzi economici per assicurare a sé e alla propria famiglia beni di primissima necessità; l’impossibilità di percepire reddito derivante da prestazioni occasionali/stagionali e, se pensionati, di percepire un assegno non superiore a 600 euro netti mensili (le richieste dei pensionati saranno valutate solo a chiusura del bando, qualora vi siano ancora risorse disponibili).

I criteri di priorità, di cui almeno uno necessario per presentare la domanda, sono: avere nuclei familiari con minori a carico, la presenza in famiglia di persone con disabilità o invalidità certificata, la mancanza di altri sussidi pubblici e un Isee del nucleo familiare ordinario, oppure corrente ottenuto nel 2021, inferiore a 5milòa euro.

L’entità del buono alimentare, il cui limite massimo è di 400 euro, sarà determinato in base al numero di componenti del nucleo familiare del richiedente: da 150 euro per una persona singola, fino a 400 euro per nuclei di 5 persone.

Il beneficio economico sarà erogato tramite buoni spesa spendibili negli esercizi commerciali indicati dall’Unione Colline Matildiche. In caso di utenti non autosufficienti o con obbligo di permanenza domiciliare, i buoni saranno consegnati dai volontari della Croce Rossa.

La domanda dovrà essere presentata compilando il modulo presente sui siti di Unione e Comuni e consegnato: tramite fax al numero 0522.247817; o di persona inserendolo negli appositi contenitori che saranno predisposti sia negli ingressi dei tre comuni, che in quello degli uffici amministrativi dell’Area sociale in via Fratelli cervi 4 a Montecavolo.
Per coloro che fossero impossibilitati ad utilizzare queste modalità (ad esempio persone in quarantena o risultate positive al Covid-19) la domanda potrà essere effettuata telefonicamente chiamando i numeri 0522.247816 e 0522.247811.

Il bando potrà essere chiuso anticipatamente, rispetto alla scadenza del 30 marzo, qualora vengano esaurite le risorse economiche con la concessione dei buoni spesa rilasciati alle domande pervenute in precedenza.

Questa trance di buoni spesa segue quella pubblicata il 7 dicembre e scaduta il 16 dello stesso mese, che era stata rivolta a coloro che lavorano nei settori alberghiero, della ristorazione, del turismo, dello spettacolo, della cultura, nelle palestre e nei centri benessere. Le domande accettate erano state 12 sulle 13 presentate, con buoni spesa immediatamente erogati per 3.150 euro.