Procedono come da cronoprogramma i lavori di costruzione dell’edificio più atteso della città di Guastalla: il nuovo Palazzetto dello sport, che via via sta assumendo l’aspetto finale. Nella mattinata di oggi il vice sindaco Matteo Artoni, l’assessore ai lavori pubblici Chiara Lanzoni, l’assessore alle attività produttive e turismo Ivano Pavesi, il progettista Massimo Del Seppia, il responsabile del settore Lavori Pubblici Stefano Valenti, la direttrice dei lavori Silvia Cavallari, insieme ad Elena Gelmini e Franco Fava dell’assistenza direzione lavori, hanno fatto un sopralluogo in cantiere per mostrare lo stato dei lavori ai consiglieri comunali. Erano presenti i consiglieri di maggioranza Daniele Alberini, Roberta Mantovani, Pietro Murgia, Dirce Benatti, Paolo Dallasta, Gianluca Crema mentre come rappresentanti di minoranza c’erano Vincenzo Iafrate, Francesco Benaglia, Gianluca Soliani.

“Abbiamo organizzato questa visita in cantiere per mostrare ai consiglieri comunali lo stato di avanzamento del cantiere che sta procedendo nei tempi previsti dal bando – afferma l’assessore Chiara Lanzoni – Siamo ad un buon punto dei lavori, la struttura è ormai completata, continuano le lavorazioni interne, sono già stati posati i pavimenti negli spogliatoi, si delineano bene le dimensioni e l’organizzazione degli spazi e sono già cominciate le rifiniture esterne che non sono perfettamente visibili solo perché c’è il ponteggio. È in avanzata fase anche la parte impiantistica, ovvero la realizzazione degli impianti elettrici, idraulici e meccanici”.

L’architetto Del Seppia ha spiegato la filosofia che sta dietro il progetto del palasport, decisamente ecologico ed efficiente dal punto di vista energetico. Oltre il 90% dei materiali con cui viene costruito è riciclabile.

I lavori dovrebbero essere ultimati per la fine di novembre 2021.

 

 









Articolo precedenteSono 28 i pazienti Covid positivi ricoverati, a lunedì 21 giugno, negli ospedali modenesi
Articolo successivoAl via il nuovo Programma di riordino territoriale 2021-23: 18,5 milioni di euro per supportare le comunità locali locali nell’uscita dalla pandemia e accompagnarle nella costruzione di una società green e inclusiva