Un uomo di 58 anni si trova ricoverato nel reparto grandi ustionati dell’ospedale di Parma dopo che, stamane intorno a mezzogiorno a Toano, in un’abitazione in via Rondaneda, è stato investito da una violenta fiammata seguita ad uno scoppio, causato dal probabile malfunzionamento del piano cottura di una cucina alimentata a GPL.

Secondo una prima ricostruzione l’uomo è entrato nella casa della madre, assente in quel momento, e quando ha acceso la luce è stato investito dallo scoppio e dalla fiammata che n’è seguita. La deflagrazione è stata tale da rimuovere gli infissi del piano terra e del seminterrato. Sul posto l’elisoccorso, i vigili del fuoco con squadra dal distaccamento di Castelnovo Monti, per l’intercettazione della fuga e la messa in sicurezza dell’impianto, e i carabinieri di Toano. La casa, pur non riportando danni strutturali, è dichiarata inagibile.









Articolo precedenteLunedì 28 giugno la nuova seduta del Consiglio comunale sassolese
Articolo successivoCoronavirus: oggi (23/6) in regione 55 nuovi positivi su quasi 16.500 tamponi eseguiti (0,3%). Nessun decesso