Home Cronaca Controlli a tappeto in piazzale Europa e nell’area ex Reggiane

Controlli a tappeto in piazzale Europa e nell’area ex Reggiane



Anche nella giornata di ieri sono stati attuati specifici servizi di controllo del territorio, disposti dal Questore, che hanno interessato ancora una volta le zone limitrofe alla stazione storica e Piazzale Europa nonché nell’area attigua agli ex stabilimenti delle “Reggiane”. Nelle aree interessate sono stati effettuati controlli a tappeto finalizzati al contrasto ed alla deterrenza di fenomeni delittuosi quali i reati di rapina e di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’attività è stata caratterizzata dall’identificazione di 26 persone, di cui 13 stranieri, 7 veicoli controllati, 5 contravvenzioni elevate al codice della strada e 4 esercizi commerciali controllati senza rilevare alcuna anomalia.

L’operazione ha riguardato soprattutto il contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nel Piazzale Europa, Agenti sotto copertura, infatti, della squadra Mobile a seguito di un intenso monitoraggio e all’accurata ricostruzione di una fitta rete di attività illecite di spaccio di sostanze stupefacenti, compiute da soggetti che ad esse collaborano con diversi ruoli e compiti ben determinati, dopo una intensa attività di rintraccio, ha dato esecuzione all’arresto di un venticinquenne nigeriano, sprovvisto di permesso di soggiorno con precedenti di polizia per reati inerenti lo spaccio di stupefacenti e senza fissa dimora.

Il giovane spacciatore, rintracciato dagli operatori nei pressi del sottopassaggio ciclopedonale che collega la Stazione storica con via Turri e Piazzale Europa in quanto giunto in città a mezzo del treno proveniente da Bologna, benchè presente sul territorio italiano da circa sette anni senza mai svolgere attività lavorativa lecita, veniva trovato in possesso di due telefoni cellulari che gli servivano per gestire l’attività criminosa.

L’arrestato è attualmente a disposizione della Procura della Repubblica c/o il Tribunale di Reggio Emilia.

Articolo precedenteCanossa: stipula polizze assicurative poi simula truffa, denunciato
Articolo successivoLettera del Sindaco Tosi ai Consiglieri comunali