Home Appuntamenti IT.A.CÀ Migranti e Viaggiatori, il festival del turismo responsabile arriva a Spilamberto

IT.A.CÀ Migranti e Viaggiatori, il festival del turismo responsabile arriva a Spilamberto



Tra le 25 tappe delle 16 regioni che accolgono l’edizione 2021 c’è una tappa modenese che si svolge a Spilamberto nei giorni sabato 28 e domenica 29 Agosto p.v. Questo festival, unico in Italia, è nato 13 anni fa da YODA aps, COSPE onlus e NEXUS Emilia Romagna con l’obiettivo di contribuire, attraverso proposte ed azioni concrete, ad un ripensamento del settore turistico orientato allo sviluppo sostenibile dei territori con l’attivazione di buone pratiche, al rispetto delle comunità ospitanti, e sempre più accessibile ed inclusivo.

Gli organizzatori della tappa spilambertese sono il Centro Culturale ALMO di Piumazzo ed il Comune di Spilamberto che assieme alle associazioni del territorio e alle realtà locali hanno co-progettato un programma, che si snoda all’insegna della natura e del respiro, aperto a tutti, anche grazie alla partecipazione di realtà legate al turismo inclusivo, come eGOeBIKE che mette a disposizione e-bike, e in particolare al partner REMOOVE, la realtà italiana che si occupa di innovazione sociale e mobilità inclusiva, che con il festival condivide i valori e durante la tappa mette a disposizione le speciali Bike accessibili.

E come tutte le Tappe, anche questa ha scelto di raccontare a suo modo il tema 2021 del festival: Diritto di Respirare.

Si apre sabato 28 agosto alle ore 10.00 nel Cortile d’onore della Rocca Rangoni con l’accoglienza dell’Amministrazione Comunale dei viaggiatori e visitatori e la presentazione della comunità. Si potrà poi scegliere tra tanti itinerari diversi. Da nuovi e antichi percorsi che si snodano tra storia e natura a eventi di creatività collettiva. La particolarità di questa tappa è nella proposta che viene offerta, che in un momento di ripartenza del turismo come questa, come già esprime il titolo “IL RESPIRO BALSAMICO” rivitalizza il corpo e i sensi. Vi invitiamo a sperimentarlo in prima persona in questa tappa nel cuore dell’Emilia, dedicata al respiro che qui diventa balsamico e che contraddistingue il territorio spilambertese, unico nel suo genere.
Quello che proponiamo è un viaggio alla scoperta dei luoghi come la collina di Collecchio o dei sapori dei prodotti contadini con Slow Food o dei profumi con la Consorteria del Museo dell’Aceto Tradizionale, identitari di questo territorio. Un vero e proprio bagno sensoriale tra lo yoga Kundalini, gli aromi e colori dell’incontro esperienziale per ragazzi, oppure i suoni e le parole in libertà per raccontarci questi due anni. Esploreremo il territorio, con itinerari a piedi o in bicicletta, alla scoperta dei tesori passati e presenti accompagnati da persone esperte che amano il proprio paese. Si darà voce alle tradizioni con i Tortellanti, alle leggende e ai signori del passato che un tempo abitavano il paese, evocando, così, un’atmosfera di altri tempi, con i giovani di Odysseus. Il saluto finale di domenica 29 ce lo faremo scrutando le stelle con il Planetario nel buio amico del Parco Rangoni. Vi aspettiamo sabato 28 agosto 2021 alle 10.00 alla Rocca Rangoni con Umberto Costantini, primo cittadino, Carlotta Acerbi, Assessore alla Cultura e al Turismo, e Sonia Bregoli Co-fondatrice del Festival IT.A.CÀ per la presentazione di questo evento che per la prima volta arriva a Spilamberto. Ad attendervi saranno due giorni in cui regneranno calma e tranquillità, senso di pace ed armonia con la natura e senso di vicinanza con le realtà locali e con ogni tipo di diversità tra le colline e la pianura, tra l’ingegno e la maestria, tra l’innovazione e la tradizione come lo dimostrerà l’opera dell’artista Chiara Gambirasio realizzata proprio sull’idea “paesaggio di relazioni”. La nostra centralità è la comunità e il territorio locale in cui si esalta il Genius loci di cui anche oggi ne siamo parte. Responsabilità, Sostenibilità e Inclusione sono le parole chiave del Festival: tutte le attività saranno Plastic Free e si svolgeranno nel pieno rispetto delle diversità locali e delle norme di sicurezza sanitaria per un turismo responsabile seguendo i principi di giustizia sociale ed economica e nel rispetto possibile dell’ambiente e delle culture.

Il programma completo (incluso dettagli sugli eventi, modalità di partecipazione, ecc.) è consultabile qui:https://www.festivalithttps://www.festivalitaca.net/portfolioaca.net/portfolio–articoli/itarticoli/it–aa–caca–spilambertospilamberto–modena/modena/ Centro Culturale ALMO: www.spazioalmo.itwww.spazioalmo.it Comune di Spilamberto: www.comune.spilamberto.mo.itwww.comune.spilamberto.mo.it IT.A.CÀ migranti e viaggiatori : www.festivalitaca.net : www.festivalitaca.net

Articolo precedenteGirava in paese brandendo coltello tra le mani: fermato e denunciato a Sant’Ilario d’Enza
Articolo successivo“L’Incanto e la Delizia” in finale al RAM International Film Festival