Home Appuntamenti Ponte Alto, mercoledì c’è il ministro Stefano Patuanelli

Ponte Alto, mercoledì c’è il ministro Stefano Patuanelli



Sarà il ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali Stefano Patuanelli ad aprire gli appuntamenti di mercoledì 1 settembre alla Festa de l’Unità provinciale di Modena. Il ministro è atteso alle 18.30 nella Sala dibattiti per l’incontro “Agricoltura: tra reddito, innovazione e sostenibilità ambientale”. Sul palco insieme a Patuanelli ci saranno l’eurodeputato Pd Paolo De Castro e l’assessore regionale all’Agricoltura Alessio Mammi. Modera il consigliere Pd regionale Luca Sabattini. All’iniziativa parteciperanno anche il presidente Cia Emilia-Romagna Cristiano Fini, il presidente Confagricoltura Modena Gianfranco Corradi e la vicepresidente Coldiretti Emilia-Romagna Valentina Borghi.

La presentazione del libro “Pangea” dello scrittore e giornalista Fabrizio Monari, prevista alle 21.00 nello Spazio cultura, è stata rimandata al 19 settembre. Mentre alle 21.30 inizia la rassegna Diari di viaggio: Nadia Monari e Luisa Zuffi presentano “Baja California: l’altro lato del Messico”.

Alle 21.30 all’Arena del lago spazio alla musica e alla comicità di Ruggero de I Timidi che porterà in scena lo spettacolo “Neverending Battigia”, per una serata all’insegna del romanticismo, dove la timidezza lascia subito spazio al divertimento tra cabaret, chitarre acustiche, salvagenti e qualche ukulele. Crooner impacciato, cantante beat nostalgico, un incrocio improbabile tra Elio e Mal dei Primitives, un mix surreale tra gli Smiths e gli Squallor, tra Christian, i Santo California, i Dik Dik, Le Orme e Raffaella Carrà, Ruggero de I Timidi è il figlio illegittimo di una relazione tra un’orchestra di fine anni ‘50 e il grande Freak Antoni: insomma, un neomelodico colto (in fallo), con la vocazione al demenziale raffinato. Ruggero è un cocktail perfetto che mescola modernità e sano vintage. Come Jovanotti, Ruggero è “timido ma l’amore gli dà coraggio”. Ed è proprio l’amore, in tutte le sue forme, che spinge Ruggero ad affrontare il palco e i fans: la timidezza è un muro da abbattere a suon di musica. Ma oltre alla timidezza, Ruggero rompe qualcos’altro: i tabù. E lo fa con canzoni che vanno dritte al sodo e che sono diventate dei veri e propri inni, sia dal vivo che con migliaia (ormai milioni) di visualizzazioni su YouTube (“Timidamente Io”, “Pensiero Intrigante”, “Notte Romantica”, “Padre e Figlio”). L’evento è gratuito ma è necessario prenotare i biglietti sui siti www.boxerticket.it o www.vivaticket.com. I posti sono numerati e nominali. Per accedere alla Festa è necessario il green pass.

 

 

 

Articolo precedente“Hai la città in tasca”: campagna abbonamento annuale Tper
Articolo successivoJazz Festival: Cosmo Quintet in concerto giovedì 2 settembre a Maranello