Home Appuntamenti Piante e fiori rari immersi nella natura: a Telarolo di Castellarano l’edizione...

Piante e fiori rari immersi nella natura: a Telarolo di Castellarano l’edizione autunnale di Borgo Plantarum



La kermesse Borgo Plantarum dedicata a fiori e piante rare torna a fiorire con una nuova edizione autunnale dal 25 al 26 settembre 2021 negli spazi esterni dell’Antico Borgo Le Viole a Telarolo di Castellarano, sulle colline di Reggio Emilia. Curata dal garden designer Carlo Contesso la manifestazione richiamerà i più interessanti vivaisti italiani, con una selezione di piante difficilmente reperibili: tra le proposte particolare riguardo al concetto di giardino arido e cambiamento climatico, per creare giardini e angoli verdi anche in condizione difficili. Borgo Plantarum Autunno sarà inoltre completamente all’aperto, per garantire lo svolgersi dell’evento in sicurezza sfruttando gli splendidi spazi del borgo secentesco. Quest’anno Borgo Plantarum ha inoltre attivato una collaborazione con l’associazione Apro Onlus per la raccolta di fondi per l’acquisto di macchinari per la radioterapia.

 

GLI ESPOSITORI

Anche quest’anno sarà possibile trovare a Borgo Plantarum un’offerta ricercatissima di rose, arbusti, annuali e perenni, bulbose e agrumi, senza dimenticare le orticole, le piante acquatiche e da interno. Saranno presenti i Vivai Veimaro con una selezione di piccoli frutti, rose moderne e ortensie, mentre gli amanti delle rose antiche e da collezione potranno scegliere tra le proposte di Vivaio Fior di Rosa per spazi a bassa manutenzione. Immancabili i ragazzi de I giardini dell’Indaco, sempre pronti a stupire con la loro infaticabile ricerca di annuali e perenni inconsuete: quest’anno a Borgo Plantarum proporranno una selezione dai grandi contrasti cromatici con diverse varietà di coloratissimi Sedum e Aster ma anche graminacee e felci rare. Hydrophilum presenzierà con la sua collezione di piante acquatiche disposte in catini vintage: in particolare Ninfee nane e Calocasia, per comporre piccole e grandi angoli di grande impatto.

I Vivai Rhododendro, porteranno le loro inconfondibili fioriture di piante acidofile, mentre gli amanti degli agrumi potranno appassionarsi di finger-lime e altri profumatissima selezione di agrumi dei Vivai Tamoflor, assieme a colorate buganvillea.

Sarà affidato a Vivaio Baradel il tema Clematis, con oltre quaranta varietà di ogni colore, a fiori grandi o piccoli, insieme a una raffinatissima proposta di Hosta e Lilium.

Curiosa e appassionata anche la proposta di Plantula con una selezione di erbaceee e perenni introvabili. Tornano i Fratelli Gramaglia con le loro orticole e alimurgiche, proponendo un allestimento innovativo basato su piccoli accorgimenti per la coltivazione di un orto attento alla salvaguardia delle risorse idriche. Una ricercata selezione di piante grasse sarà disponibile nello stand di Alessandro Montemezzo. E ancora Dahlie, Zinnie e piante da giardino antico a cura de I fiori di Barisella e piante da giardino arido a bassa manutenzione di Marco Graggi. Ci sarà spazio anche ad orchidee e piante da interno con i Vivai La Compagnia delle Piante Ornamentali, che stupiranno con futuristiche installazioni.

 

CONFERENZE, LABORATORI ED ESCURSIONI

SABATO 25 SETTEMBRE

Durante la due giorni saranno organizzati laboratori, escursioni e mostre all’aperto: si parte sabato 25 alle 9:00 con l’escursione botanica a cura di Erboristeria Fresia che accompagnerà i visitatori in una passeggiata tra le colline alla ricerca di erbe selvatiche commestibili. Alle 10:00 (adulti), alle 14:30 (bambini) e alle 16:30 (adulti) laboratorio “I melnetti” tenuto da L’indaco Atelier per realizzare vasi in terra cruda con tutto quello che la natura mette a disposizione: terra, erba, paglia, acqua e aria.

Alle ore 10:30 Carlo Contesso ed Elena Zanni terranno invece una chiacchierata informale su come far convivere galline e giardini dal titolo “Salvar Galline e fiori”. Alle 11:00 si prosegue con un laboratorio di rilegatura a cura di Calluna cartilegi, per realizzare un prezioso taccuino porta-semi dove annotare consigli e osservazioni sul proprio giardino. Alle 10:00 e alle 15:30 il flower farmer Alessandro Racca terrà invece un workshop sulle tecniche di composizione floreale d’autore, dando modo ai partecipanti di realizzare centrotavola e ghirlande. Alle 14:30 Mariarosa Castelletti e Maurizio Lunardot di Adipa Lunigiana presenteranno il libro “Il pomodoro e la sua grande famiglia”.

 

DOMENICA 26 SETTEMBRE

Domenica 26 settembre si parte con alle 10:00 con il corso di acquerello botanico a cura di Simone Ciocca, che condividerà con il pubblico segreti e insegnamenti sull’arte dell’acquerello applicato al mondo dei fiori. Alle 11:00 si prosegue con un laboratorio di rilegatura a cura di Calluna cartilegi, per realizzare un prezioso taccuino dove annotare consigli e osservazioni sul proprio giardino.

Sempre alle 10:00 Maurizio Vecchia ed Eraldo Antonini condurranno “Cercatori di piante”. Alle 10:00 (adulti), alle 14:30 (bambini) e alle 16:30 (adulti) laboratorio “i melnetti” tenuto da L’indaco Atelier per realizzare vasi in terra cruda con tutto quello che la natura mette a disposizione: terra, erba, paglia, acqua e aria. Alle 10:00 e alle 15:30 il flower farmer Alessandro Racca terrà invece una lezione sulle tecniche di composizione floreale d’autore. Alle 14:00 il botanico Villiam Morelli farà un excursus sulle mutazioni delle specie vegetali in funzione del clima dal titolo “Come cambia la flora autoctona in un clima che cambia?” mentre alle 16:00 il professor Ugo Pellini presenterà il libro “90 pillole di botanica” fornendo una descrizione botanica, socio-culturale ed economica della flora che popola la nostra quotidianità.

Per tutte le iniziative è obbligatoria l’iscrizione dal sito www.borgoplantarum.com.

 

MOSTRE E ATTIVITÀ PER BAMBINI

Durante tutto il giorno sarà possibile visitare le mostre “Botanica in mostra” sugli acquerelli botanici di Simone Ciocca e “Galline da giardino” con galline ornamentali selezionate per convivere in armonia nel giardino.

Spazio anche ai più piccoli con i laboratori organizzati da Piccoli Gesti durante il corso delle giornate (sabato e domenica ore 11:00; 15:00; 16:00 e 17:00) e il laboratorio di intreccio per realizzare piccoli oggetti e contenitori con giunchi e salici (sabato e domenica ore 16:00).

Per tutte le iniziative è obbligatoria l’iscrizione dal sito www.borgoplantarum.com.

 

 

INFORMAZIONI

Date e orari: sabato 25 e domenica 26 settembre dalle 9.00 alle 19.00

Luogo: Borgo antico le Viole, Telarolo di Castellarano (RE)

Info: borgoplantarum@gmail.com; www.borgoplantarum.com

Ingresso: intero 5 euro. Ingresso gratuito fino a 12 anni. Parcheggio gratuito.

Info e programma dettagliato: www.borgoplantarum.com

 

Articolo precedenteAnteprima “Il rumore del lutto” sabato 2 ottobre: Gala in nero con il concerto dei Julie’s Haircut
Articolo successivoLa Commissione Scuola del Comune di Formigine circa i servizi e l’attività didattica nel periodo estivo