Lunedì 11 ottobre torna la grande festa dell’Ateneo per accogliere le matricole e festeggiare il ritorno di studenti e studentesse. Una seconda edizione con oltre 70 ospiti e 50 eventi in 14 location, per guardare al futuro dell’Ateneo più antico del mondo.

Cultura, sport, sostenibilità: sono questi i tre pilastri su cui è stato costruito l’intero programma di Alma Mater Fest, l’evento dedicato alla comunità di Ateneo organizzato da CUSB e Università di Bologna. Un pomeriggio no-stop, live e in diretta streaming, con 50 eventi e oltre 70 ospiti, dedicato agli studenti e alle studentesse dell’Alma Mater per conoscersi, confrontarsi e scoprire l’Ateneo Multicampus in tutte le sue sfaccettature.

Una grande festa – che coinvolge 14 location contemporaneamente a Bologna e nelle sedi della Romagna – fatta di dibattiti, musica e spettacoli, tornei di sport ed eSport, incontri con ospiti d’eccellenza, talk e lectio per immaginare il futuro.

Si parte alle 15 nella Piazza Coperta della Biblioteca Salaborsa, scelto come luogo simbolico per la sua natura di spazio di cultura e incontro aperto a tutti, e si chiude alle 18.30 nel cuore della zona universitaria, in Piazza Scaravilli con ‘ALMA IN 100’, la band di cento elementi composta da studenti e dipendenti dell’Ateneo bolognese creata in esclusiva per l’evento e coordinata dagli organizzatori del Rockin’1000 di Cesena.

In mezzo un fiume di parole e di sport, del quale si esaltano i valori positivi celebrati anche nella cerimonia di conferimento del Sigillum di Ateneo a Luna Rossa Prada Pirelli, la leggendaria imbarcazione italiana vincitrice dell’ultima Prada Cup (dalle ore 17.30 in Santa Lucia).

A condurre la maratona dalla Piazza saranno i giornalisti Federico Taddia e Sabrina Orlandi, che si destreggeranno tra il live e i collegamenti in streaming con tutte le altre sedi della manifestazione: l’Aula Magna di Santa Lucia, il Cortile dell’Ercole di Palazzo Poggi, l’Impianto sportivo Palacus e il cuore della cittadella universitaria con le postazioni in via Zamboni, Piazza Verdi, Piazza Puntoni e Piazza Scaravilli. Telecamere accese anche in Romagna nei Campus di Ravenna, Forlì, Cesena e Rimini e al leggendario Autodromo “Enzo e Dino Ferrari” di Imola, partner di questa seconda edizione, che ospiterà due super match sportivi: uno reale e uno virtuale.

Maggiori informazioni sul sito dell’evento.









Articolo precedenteConsigli di Frazione: gli appuntamenti di ottobre a Formigine
Articolo successivoEdili Cisl Emilia-Romagna, Mauro Venulejo nuovo segretario generale regionale