Home Coronavirus Covid: ‘Non esitare, vaccinati. Domande e risposte sui vaccini anti-Covid’: 6 video...

Covid: ‘Non esitare, vaccinati. Domande e risposte sui vaccini anti-Covid’: 6 video pillole della Regione Emilia-Romagna per poter ragionare su dubbi, paure e fake news

L’assessore Donini: “Giusto continuare a informare i cittadini con ogni strumento possibile”



foto Paolo Righi

Quali sono le caratteristiche del Covid-19? Cosa sono le varianti? Come funzionano i vaccini? Sono sicuri? Esistono terapie specifiche contro il Covid?

Sono alcune delle domande a cui la Regione Emilia-Romagna ha deciso di dare nuovamente risposta, per vincere paure e fake news, attraverso una serie di video pillole realizzate dall’Agenzia di informazione e comunicazione della Giunta regionale, in collaborazione con l’Azienda sanitaria della Romagna – sede di Ravenna.

Il filo conduttore che le lega è la semplicità nell’esporre gli argomenti, sulla base dei dati scientifici. “Non esitare, vaccinati. Domande e risposte sui vaccini anti-Covid” è il titolo della serie, che guarda alla tutela della salute dei singoli e della collettività.

A rispondere sono le dottoresse Giulia Silvestrini e Viviana Santoro, medici del Dipartimento di Sanità Pubblica – Unità operativa Igiene e Sanità Pubblica, Ravenna – Ausl Romagna, che in modo sintetico e chiaro rispondono ai quesiti.

I video, della durata massima di tre-quattro minuti l’uno, sono visibili sulla pagina Youtube della Regione Emilia-Romagna: https://bit.ly/3lMuE0R

 

“Sin dai primi giorni della pandemia la Regione è stata impegnata nell’informare costantemente i cittadini con i dati a disposizione, le conoscenze e le esperienze che via via si acquisivano- commenta l’assessore alle Politiche per la salute, Raffaele Donini– perché è chiaro che informare non solo è doveroso, ma indispensabile per contrastare dubbi e paure. Ed è giusto continuare a farlo con ogni mezzo possibile, dal momento che circolano ancora notizie false e infondate e che tante persone che continuano ad avere perplessità vanno rassicurate. Tutti devono poter ragionare sul fatto che vaccinarsi è un bene, per sé stessi e per gli altri”.

 

Le video pillole

I filmati usano un linguaggio non tecnico, alla portata di tutti coloro che desiderino essere informati pur non disponendo di competenze specifiche.  A tal proposito, l’Ausl Romagna aveva già messo a disposizione sul proprio sito, visibile al link https://www.auslromagna.it/vaccinazione-anti-covid-19/vaccini-sicurezza-faq, una sezione web con domande e risposte frequenti: su questa base sono stati realizzati i filmati. Le video pillole forniscono – tra gli altri temi trattati – indicazioni sulle cure utilizzate, sull’efficacia dei vaccini, sui controlli a cui sono sottoposti, sulle eventuali reazioni avverse e smentiscono con fermezza alcune fake news che continuano a circolare, come quella per cui la somministrazione del vaccino favorirebbe la comparsa di varianti o porterebbe alla diffusione di malattie.

 

I 6 filmati affrontano nello specifico questi temi:

  1. Il nuovo Coronavirus – Quali sono le caratteristiche del virus e cosa intendiamo per varianti? Esistono terapie specifiche per il Covid?
  2. I vaccini anti Covid – Come funzionano? I vaccini possono modificare il Dna o sovraccaricare il sistema immunitario?
  3. Caratteristiche dei vaccini – I vaccini sono sicuri? Sono efficaci? Durano nel tempo?
  4. Le possibili reazioni avverse ai vaccini – Si possono prevedere le reazioni avverse al vaccino? I vaccini possono causare malattie autoimmuni o il Covid stesso? I vaccini a mRna provocano miocarditi o pericarditi?
  5. Informarsi per vaccinarsi consapevolmente – Ho avuto il Covid, devo vaccinarmi? Quando è controindicata la vaccinazione? Può essere utile misurare gli anticorpi prima di vaccinarsi? Conviene vaccinare i giovani?

Tra dubbi leciti e fake news – Posso risultare positivo al Covid anche dopo la vaccinazione? I vaccini sono efficaci anche contro le varianti? Come si spiega l’aumento dei casi tra i vaccinati? È vero che le varianti del virus si sono sviluppate nei Paesi in cui sono stati sperimentati i vaccini?

Articolo precedenteSpalletti “I nostri risultati sono una gioia non un peso”
Articolo successivoMinori stranieri non accompagnati: a Modena situazione non più sostenibile