Home Maranello Màt dedica due incontri alle figure di sostegno delle persone fragili, domani...

Màt dedica due incontri alle figure di sostegno delle persone fragili, domani a Modena e Maranello





Copyright: Meridiana Immagini – Autore: Paolo Righi

E’ una figura professionale ma prima di tutto una persona che, dalla propria malattia, è riuscita a trarre un punto di forza in grado di fornire una diversa prospettiva, a se stesso e ad altri pazienti, per affrontare il percorso terapeutico. L’ESP (Esperto in supporto tra pari) non si sostituisce agli operatori previsti dai Servizi ma li affianca, svolgendo un ruolo importante: offre un maggiore impatto empatico-relazionale “alla pari” che umanizza molti percorsi di cura. Diventa, infatti, una ‘prova vivente’ del possibile cambiamento e offre quella quota di speranza possibile, non mutuabile dall’operatore ma soltanto da chi ha attraversato la malattia in prima persona: domani mattina alle 9.00, a Modena presso Lo Spazio Nuovo (Via IV Novembre) si parla proprio di questa figura all’interno del seminario “Il ruolo dell’esperto in supporto tra pari nella salute mentale: l’importanza della costruzione delle reti tra servizi per lo sviluppo e il riconoscimento di questa nuova figura professionale”. Uno spazio di confronto tra le diverse esperienza ESP a livello regionale condotto da Gian Maria Galeazzi. L’incontro è cura di Centro Servizi del Volontariato Terre Estensi, Associazione Idee in Circolo, Social Point Progetto di Inclusione Sociale del DSMDP di Modena, Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze Patologiche Ausl Bologna, Reggio Emilia e Modena. L’evento è disponibile anche in diretta streaming.

Il termine “caregiver” identifica coloro che prestano aiuto e supporto a familiari disabili bisognosi di assistenza continua o non autosufficienti nel compimento degli atti della vita quotidiana, con un considerevole dispendio di energie e tempo. Di questa figura e del suo ruolo si parla sempre domani a Maranello nell’incontro “Il Caregiver, questo sconosciuto” a cura di Centro Salute Mentale Sassuolo, Unione Comuni Distretto Ceramico, Social Point Progetto di Inclusione Sociale del DSMDP di Modena, Associazione In-Contromano domani alle 9.00 presso l’auditorium Ferrari in via Nazionale 78 a Maranello.

A Vignola invece alle 17 spazio alla fotografia con l’inaugurazione della mostra “Oltre – Guardare altriMenti”, la disabilità vista attraverso l’obiettivo della macchina fotografica per cogliere il bello nell’extra-ordinario a cura di Neuropsichiatria Infantile dell’area Sud Vignola-Sassuolo. (Atrio dell’ospedale di Vignola in via Papa Giovanni Paolo II).

Màt è promossa dall’Azienda USL di Modena e organizzata da Arci Modena, la manifestazione è realizzata grazie al contributo – per il sesto anno consecutivo – di Fondazione di Modena, che promuove progetti innovativi capaci di garantire un sostegno più efficace alle persone in condizione di vulnerabilità, e di BPER Banca, che da questa edizione ha scelto di abbracciare il progetto. Màt è sostenuta anche da Coop Alleanza 3.0.

La Settimana della Salute Mentale coinvolge a fianco delle istituzioni pubbliche, le associazioni di volontariato, la cooperazione sociale e i gruppi informali di cittadini attivi: la manifestazione è gratuita e aperta a tutti.

 









Articolo precedenteUltimo giorno del centro vaccinale alle Fiere di Reggio Emilia, si prosegue da domani in altre sedi
Articolo successivoIn casa una centrale per la clonazione delle carte di credito. Arrestato a Maranello