Home Appennino Reggiano Castelnovo M.: accordo di collaborazione con Iren Smart Solutions per la riqualificazione...

Castelnovo M.: accordo di collaborazione con Iren Smart Solutions per la riqualificazione energetica del Palazzo Ducale e del grattacielo “La Maestà”



Una delle grandi sfide che l’umanità è chiamata ad affrontare è l’emergenza climatica: resta poco, pochissimo tempo prima che il pianeta scivoli irreversibilmente verso un processo che cambierà per sempre l’ambiente in cui viviamo ed in cui vivranno i nostri figli e nipoti. Occorre agire subito, senza indugi, cambiare le nostre abitudini, il nostro modo di vivere e di abitare.

Quasi un quarto dei consumi di elettricità e combustibili per la produzione di calore per riscaldamento deriva dai consumi delle abitazioni. In termini di emissioni di CO2, gli usi residenziali diretti producono circa il 6% delle emissioni mondiali, a cui bisogna aggiungere poi il contributo apportato da uffici, negozi e altri immobili ad uso non residenziale. In Italia oltre il 70% degli edifici residenziali ha più di 40 anni di vita: di questo patrimonio immobiliare oltre il 20% ha bisogno urgente di una riqualificazione edilizia ed energetica.

Iren Smart Solutions offre soluzioni di efficienza energetica rivolte a Condomini, Imprese, Pubblica Amministrazione ed Enti del Terzo Settore, ed ha posto un focus privilegiato su questa attività proponendo un mix di interventi che si ripagano grazie ai risparmi e agli incentivi fiscali.

A Castelnuovo Monti è stato sottoscritto, nella cornice della sala consiliare del Municipio alla presenza del Sindaco Enrico Bini, dell’Assessore all’Urbanistica Daniele Valentini, dell’Amministratore delegato di Iren Smart Solutions Stefano Zuelli, dei progettisti e dei tecnici, un accordo per la riqualificazione energetica del PALAZZO DUCALE di Via Roma. Sul territorio di Castelnovo Monti sono stati avviati nei giorni scorsi anche i lavori di riqualificazione del condominio LA MAESTÀ, il c.d. grattacielo. In particolare, gli interventi di Riqualificazione Energetica saranno finalizzati al contenimento dei consumi e consistono nell’isolamento termico delle pareti perimetrali, dei tetti, dei solai, alla sostituzione di serramenti e all’efficientamento delle parti impiantistiche.  Operare su un edificio esistente con un approccio integrato significa migliorare la classe energetica, il comfort degli inquilini e allo stesso tempo  ridurre drasticamente il fabbisogno energetico risparmiando in modo concreto ed economicamente tangibile: mentre si tagliano i costi delle bollette energetiche si riducono gli sprechi con un conseguente abbattimento delle emissioni nell’ambiente.
Afferma il Sindaco di Castelnovo Monti, Enrico Bini: “Per noi si tratta di due interventi di grande interesse, possibili anche grazie alle agevolazioni introdotte dal Governo sulle ristrutturazioni che ne copriranno i costi per la maggior parte. Il primo su un edificio pubblico, il Palazzo Ducale, che fa parte della storia del nostro paese, ma che da alcuni anni presenta necessità di un ammodernamento. È un edificio che risponde ancora bene alle esigenze per le quali è utilizzato, che sono molteplici: vi trovano sede diversi uffici, le sale espositive, attualmente alcune classi dell’Istituto superiore Mandela, ma presentava l’evidente necessità di una riqualificazione energetica, e l’esterno trasmetteva un’immagine trascurata che ora sarà nettamente migliorata. L’altro edificio è privato: l’Isolato Maestà, a suo modo un elemento estremamente riconoscibile del centro, realizzato in un’epoca in cui doveva rappresentare un emblema di modernità e sviluppo. Pure in questo caso, grazie anche alla disponibilità dei condomini, viene introdotto un miglioramento nella classe energetica e un maquillage estetico. Per questo intervento ci siamo anche occupati di installare adeguate protezioni attorno al monumento di Giorgio Benevelli dedicato ai deportati di Castelnovo nel 1944, presente nell’aiuola dell’Isolato Maestà, così che non corra rischi nella fase di sviluppo del cantiere. Ringrazio Iren per la fondamentale collaborazione, così come i residenti dell’Isolato Maestà”.

Aggiunge l’Assessore all’Urbanistica e Rigenerazione urbana, Daniele Valentini: “Non posso che apprezzare questi due importanti interventi: il grattacielo è uno stabile che ha un indiscutibile impatto sul tessuto urbano di Castelnovo, ed è importante e positivo che i condomini siano riusciti a trovare un accordo per portare a termine un intervento importante. Palazzo Ducale ha un grande carico simbolico per Castelnovo: l’intervento proposto da Iren e accolto dal Comune ci ha permesso di iniziare a mettere mano all’edificio, a partire dal tetto e l’efficientamento energetico con il nuovo cappotto esterno, i serramenti, l’impiantistica, la centrale termica. Ma in generale rappresenta l’avvio di un percorso più ampio per ridefinirne gli spazi: una volta concluso l’intervento in partenza, proporremo nell’ambito del bando per la Riqualificazione urbana la ristrutturazione dell’interno, e della parte delle vecchie carceri (per tanti anni il Palazzo Ducale è stato sede della Tenenza dei Carabinieri, ndr) attualmente non utilizzata. Si apre insomma un iter per rivalutare complessivamente questo edificio molto significativo”.

Aggiunge l’Assessore ai Lavori Pubblici, Giorgio Severi: “Investiamo da tempo su azioni per il risparmio energetico, che coinvolgono anche le scuole, e il Centro culturale Polivalente che partirà a breve. Come Assessorato alla mobilità stiamo gestendo anche alcune modifiche alla circolazione richieste dall’intervento di riqualificazione: abbiamo chiuso il transito nel tratto viario tra via I° Maggio e via C.Monzani, il “sottopassaggio” che transita a lato del grattacielo nel centro di Castelnovo. Come annunciato nei giorni scorsi la chiusura durerà per 14 mesi circa, fino al 31 dicembre 2022, quando è prevista la conclusione dell’intervento”.

“Gli interventi che presentiamo oggi rappresentano un tangibile esempio delle possibilità di collaborazione attivabili sul territorio, sia verso clienti privati che verso Enti Pubblici, attraverso l’attuazione di progetti di partenariato pubblico privato. Iren Smart Solutions offre soluzioni intelligenti per l’efficientamento delle abitazioni” ha sottolineato Stefano Zuelli, amministratore delegato di Iren Smart Solutions “che comportano non solo un notevole risparmio economico per coloro che vi dimorano, ma anche un reale contributo sostenibile alla decarbonizzazione:  basti pensare che, ad esempio, il progetto di riqualificazione energetica del grattacielo LA MAESTÀ, prevede l’applicazione di un sistema di isolamento a cappotto eseguito mediante pannelli rigidi di polistirene espanso (EPS) grafitato dello spessore di 16 cm., isolamento della copertura mediante utilizzo di EPS dello spessore di cm. 12, sostituzione dei serramenti delle unità residenziali con serramenti PVC, sostituzione delle caldaie esistenti con nuove caldaie a condensazione con nuova installazione di canne fumarie ramificate. A seguito dell’intervento di riqualificazione energetica il fabbricato passerà dall’attuale Classe Energetica F alla Classe Energetica C corrispondente ad un risparmio di oltre 560 MWh/anno”.

I due interventi avranno un importo complessivo di 1,5 milioni circa per Palazzo Ducale, e circa 5 milioni per l’Isolato Maestà.
Le misure di efficientamento delle abitazioni possono essere molteplici e combinabili tra loro per raggiungere un sempre crescente livello di performance energetica: dalla sostituzione dei serramenti agli interventi sull’involucro edilizio (come la realizzazione del cappotto termico), dall’efficientamento degli impianti di riscaldamento all’installazione di impianti solari termici o fotovoltaici, eventualmente integrati con accumuli elettrici o che alimentano colonnine di ricarica per le auto elettriche.

Uno degli obiettivi che IREN persegue su questo tema è appunto quello di far crescere la consapevolezza dei cittadini sull’emergenza climatica in atto. Una cultura della sostenibilità passa anche attraverso la diffusione di iniziative come quelle che Iren Smart Solutions propone oggi al territorio della montagna reggiana in tema di efficientamento degli edifici.

Articolo precedentePesca sportiva, la Regione chiede al governo di modificare le norme sul rilascio di trote per il ripopolamento delle acque dolci
Articolo successivoUniversità, Mattarella”Diritto studio espressione libertà e uguaglianza”