Home Bassa modenese Sottoscritta la convenzione tra Unione Terre d’Argine e Scuole d’infanzia private paritarie

Sottoscritta la convenzione tra Unione Terre d’Argine e Scuole d’infanzia private paritarie



Il 13 ottobre scorso è stata sottoscritta dal sindaco Enrico Diacci, Presidente dell’Unione Terre d’Argine, e da tutti i legali rappresentanti delle scuole d’infanzia private dell’Unione, la nuova Convenzione tra l’Unione  e le Scuole dell’infanzia private paritarie autonome per l’anno scolastico in corso e fino al 2024/2025, che era stata precedentemente approvata all’unanimità dal Consiglio dell’Unione con deliberazione n. 16 del 27/09/2021.

Si tratta di 10 diverse scuole per un totale di 29 sezioni autorizzate, in particolare: per il Comune di Campogalliano la Scuola d’infanzia “Angeli Custodi” con quattro sezioni; per il Comune di Carpi le Scuole d’infanzia “Matilde Capello” (quattro sezioni), “Caduti in Guerra” (una sezione), “Mamma Nina” (due sezioni), “Sacro Cuore” (quattro sezioni), “Figlie della Provvidenza” (tre sezioni), “Aida e Umberto Bassi” (tre sezioni), “Casa dei bambini di Mary Poppins” (tre sezioni); per il Comune di Novi di Modena la Scuola d’infanzia “San Michele Arcangelo” con due sezioni; e, infine, per il Comune di Soliera la Scuola d’infanzia “Oriello Cavazzuti” che ha tre sezioni.

L’Intesa è stata redatta dopo un processo di verifica e di monitoraggio dell’applicazione della Convenzione precedente su tutto il territorio dell’Unione Terre d’Argine, nonché dopo un ampio processo di confronto partecipato con Gestori e rappresentanti delle scuole private. In esito al citato percorso partecipato, il Settore Istruzione dell’Unione, la FISM provinciale e tutti i Gestori si sono incontrati il 16 luglio scorso al fine di approfondire, discutere eventuali integrazioni e condividere il testo della nuova Convenzione; dopo ampia discussione e co-progettazione, è stato espresso parere unanime e favorevole al rinnovato testo, poi approvato.

All’interno della nuova Convenzione sono stati confermati elementi importanti di continuità, quali la valorizzazione del sistema integrato territoriale pubblico-privato per l’infanzia; l’accoglienza dei bambini senza discriminazione di genere, etnia, cultura, religione, favorendo l’inserimento di bambini in condizioni di svantaggio culturale o con disabilità; la partecipazione delle famiglie; la formazione e la qualificazione in comune tra sistema pubblico e privato; il sostegno completo da parte dell’Unione per l’inclusione dei bambini certificati, ecc.

Diversi anche gli elementi di innovazione e di ulteriore sostegno da parte dell’Ente Locale alla scuole private paritarie, come la non sospensione del contributo comunale alle scuole private in caso di chiusura forzata causa Covid ’19; la previsione di sostenere interamente il costo dell’insegnante di sostegno dei bambini disabili anche nell’offerta estiva, specifiche azioni in favore delle scuole ubicate nelle frazioni anche se non raggiungono il numero minimo di bambini previsti a sezione; il sostegno alle famiglie che iscrivono i bambini alle “sezioni primavera” e ad integrazioni delle rette in casi particolari (quali situazioni sociali o di povertà); l’aumento generalizzato del contributo economico, che arriverà, nel corso della durata della Convenzione, a 18.000 euro per ogni sezione autorizzata e funzionante.

Così commenta la sindaca Paola Guerzoni, assessore alle Politiche Educative dell’Unione Terre d’Argine: “Confermiamo e miglioriamo l’accordo con le scuole d’infanzia private paritarie perché siamo convinti che il sistema integrato sia davvero una ricchezza per tutta la nostra comunità dell’Unione. Le nuove necessità e le nuove sfide poste dalla pandemia e anche dal calo demografico non devono far soccombere nessuno. Stiamo navigando sulla stessa barca, e servono le idee e gli sforzi di tutti per governare il tempo che stiamo vivendo”.

Articolo precedenteCrossroads giunge a Casalgrande con i Quintorigo assieme al batterista Roberto Gatto
Articolo successivoVendemmia, Confcooperative: meno uva, ma di buona qualità