Home Ambiente Villa Gavassa: 1.3 milioni di euro per la riqualificazione urbana della frazione

Villa Gavassa: 1.3 milioni di euro per la riqualificazione urbana della frazione

L'ambito è quello degli interventi previsti dall'impianto Forsu-Biometano



Ammontano a un milione e 300 mila euro le risorse destinate a interventi di riqualificazione urbana – tra cui misure di mitigazione, compensazione e miglioramento della qualità ambientale del sistema insediativo – compresi nel più ampio progetto delle opere correlate alla realizzazione del nuovo impianto Forsu-Biometano di Iren Ambiente, nella frazione di Gavassa.

Fra gli interventi più significativi è in fase di realizzazione la riqualificazione dell’area sportiva, mentre sono terminati i lavori della pavimentazione esterna della scuola dell’infanzia e per la messa a norma degli spogliatoi esistenti della società sportiva presso la parrocchia. Sono inoltre iniziati oggi i lavori di demolizione della vecchia bocciofila a seguito della bonifica e smaltimento dell’amianto presente in copertura. Data l’importanza di questo intervento per la frazione, all’avvio della demolizione a seguito della bonifica e smaltimento dell’amianto presente in copertura erano presenti il sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi, il vicesindaco Alex Pratissoli, l’amministratore delegato di Iren Ambiente Eugenio Bertolini oltre alla responsabile del progetto per Iren Chiara Ugolini .

La frazione di Gavassa, dunque, si riqualifica e migliora i propri spazi pubblici in termini di sostenibilità, mobilità e sicurezza, grazie ad una serie di opere, la cui realizzazione è prevista nella convenzione stipulata tra Iren Ambiente spa e il Comune di Reggio Emilia relativa all’impianto Forsu-Biometano. I lavori, già iniziati, procederanno per stralci e si concluderanno entro l’estate 2022.

Tra gli interventi in programma, particolare attenzione viene data al tema della mobilità sostenibile e della moderazione del traffico, grazie alla riqualificazione e al potenziamento di piste ciclabili per oltre 2,3 chilometri, in via don Grazioli e via Alexander Fleming. Si procederà inoltre alla messa in sicurezza di 12 fermate dell’autobus.

Sono previste opere di riqualificazione e moderazione del traffico, con il rifacimento del manto stradale e della segnaletica orizzontale e verticale; la realizzazione di nuovi attraversamenti pedonali rialzati; un percorso ciclabile continuo e sicuro; l’individuazione di restringimenti puntuali della carreggiata per ridurre la velocità delle auto; una nuova illuminazione pubblica. Gli interventi riguarderanno via Fleming, presso l’Area per servizi di quartiere (scuola, zona sportiva, chiesa), via Vertoiba-via Lenin e via degli Azzarri. In quest’ultimo caso, in particolare, l’obiettivo è creare, in una strada a prevalente servizio dei residenti, le condizioni per favorire la mobilità ciclabile e pedonale sicura attraverso l’istituzione di una Zona 30, con pista ciclabile continua e attraversamenti pedonali rialzati.

Il progetto prevede infine interventi di nuove piantumazioni lungo i percorsi ciclopedonali, l’installazione di un impianto fotovoltaico sulla copertura della scuola elementare, nonché la riqualificazione degli spazi sportivi e ricreativi della parrocchia di San Floriano e della scuola d’infanzia. Si ridisegna così una nuova centralità della Frazione, funzionale sia alle attività dell’oratorio, sia della società sportiva: oltre al rifacimento di pavimentazioni esterne e aree verdi, verranno infatti realizzati un nuovo blocco di spogliatoi a servizio della scuola calcio.

Si provvederà infine alla riqualificazione dell’innesto stradale tra via Vertoiba e via Messori e alla riqualificazione del parco urbano e dell’area cortiliva presso le scuole elementari e dell’area di accesso al cimitero.

“Il significativo investimento sulla riqualificazione e l’adeguamento delle dotazioni pubbliche di Villa Gavassa – commenta il sindaco Luca Vecchi – coinvolgono diversi beni che sono a servizio della vita della comunità. Si tratta di interventi ad ampio spettro: da un lato, la riqualificazione dal punto di vista ambientale e della sicurezza dei cittadini di spazi di pertinenza della parrocchia di Gavassa, rimuovendo le coperture in amianto presenti e potenziando l’offerta sportiva e ricreativa; dall’altro la riqualificazione della viabilità a favore di pedoni e ciclisti. Gli interventi, individuati anche nel corso degli incontri dei Laboratori di quartiere e di un confronto con la stessa parrocchia di Gavassa, hanno quindi l’obiettivo di mantenere e accrescere la coesione sociale, migliorare la sostenibilità e la sicurezza stradale”.

“Iren Ambiente mette a disposizione della comunità un consistente piano di interventi – sottolinea l’amministratore delegato Eugenio Bertolini – in segno di prossimità e di vicinanza al territorio e ai suoi abitanti. Il quadro economico delle opere previste è di un milione e 300mila euro, un investimento importante per una cifra consistente che, volentieri, viene messa a disposizione da Iren e che verrà utilizzata, come previsto dall’accordo con la Amministrazione Comunale, per la realizzazione di opere utili alla collettività”.

“Alcune delle opere sono già  in fase di realizzazione e si concluderanno nel 2021 – osserva la responsabile Iren del progetto Chiara Ugolini – Proprio oggi si è proceduto alla demolizione della struttura della bocciofila, cui seguirà la riqualificazione dell’area. Anche presso la Scuola Materna è già stata realizzata la pavimentazione, usufruibile dai bambini che la frequentano. La sistemazione dell’attraversamento pedonale di via Lenin ed i lavori di via degli Azzarri verranno invece effettuati nel primo semestre del prossimo anno”.

 

Articolo precedenteEvento a Ecomondo sull’economia circolare
Articolo successivoPochi giorni alla prima edizione della Bologna Marathon. I numeri e i protagonisti