Home Carpi Dose booster, da lunedì via la chiamata attiva degli over60: arriva l’SMS...

Dose booster, da lunedì via la chiamata attiva degli over60: arriva l’SMS con l’appuntamento





Mentre prosegue l’invito delle persone con più di 75 anni per la cosiddetta dose booster, l’Azienda USL di Modena ha predisposto l’invio, a partire dai prossimi giorni, dei primi SMS con gli inviti per la somministrazione della dose booster alle persone con 60 anni e più, alle persone con condizione di elevata fragilità e ai cittadini che si erano vaccinati con Johnson&Johnson in dose unica, in linea con le ultime indicazioni ministeriali.

 

In totale, saranno circa 107.000 i modenesi interessati dall’invio progressivo degli SMS.

I messaggi contengono già data e ora dell’appuntamento, il link per scaricare la prenotazione e la documentazione da consegnare compilata. Forniscono inoltre le indicazioni per spostare l’appuntamento o disdirlo, in caso qualcuno si sia già sottoposto alla vaccinazione.

Saranno inviati in maniera progressiva, indicativamente a partire da chi ha completato da più tempo (e comunque tassativamente da almeno 6 mesi) il ciclo primario.

I primi appuntamenti sono fissati, nei vari Punti vaccinali della provincia, tra dieci giorni, per lunedì 15 novembre. Al Punto vaccinale, al momento della somministrazione della dose booster anti-Covid, sarà proposto anche il vaccino antinfluenzale ai cittadini che rientrano nelle categorie per le quali è previsto gratuitamente.

Tutte le informazioni sono disponibili alla sezione dedicata del sito Ausl www.ausl.mo.it/vaccino-covid

Elevata fragilità – In questa categoria rientrano le persone che si trovano nelle condizioni previste dall’apposita circolare del Ministero della Salute, consultabili alla pagina dedicata sul sito dell’Ausl (www.ausl.mo.it/vaccino-covid-fragili).

La dose booster è fondamentale per ripristinare un adeguato livello di risposta immunitaria, in particolare per le persone che hanno un alto rischio, per condizioni di fragilità che si associano allo sviluppo di malattia grave, o addirittura fatale, per esposizione professionale.

Johnson&Johnson – Parallelamente saranno inviati, sempre tramite SMS, gli appuntamenti per la dose booster ai cittadiniindipendentemente dall’età (dai 18 anni) – a cui è stato somministrato il vaccino Johnson&Johnson in dose unica da almeno 6 mesi. Come da indicazioni nazionali e regionali, la terza dose sarà effettuata con un vaccino a mRNA.

Dose addizionale – Resta, inoltre, sempre valido l’accesso libero ai Punti vaccinali della provincia per la somministrazione della dose addizionale a persone sottoposte a trapianto di organo solido o con marcata compromissione della risposta immunitaria per cause legate a patologia di base o a trattamenti farmacologici che hanno già completato il ciclo vaccinale primario.  La dose addizionale va somministrata dopo almeno 28 giorni dall’ultima. Per ulteriori informazioni è possibile consultare la pagina dedicata www.ausl.mo.it/vaccino-covid-dose-addizionale

 Pazienti in carico ai servizi – I Servizi di Diabetologia e di Dialisi si stanno occupando di contattare direttamente i pazienti in carico, comunicando le modalità per l’effettuazione della terza dose.

I dati – A oggi sono circa 26.500 le dosi aggiuntive effettuate, di cui 25.000 booster e 1.500 addizionali. Finora la somministrazione della terza dose sta riguardando gli over 75, le persone per le quali è prevista la dose addizionale, gli ospiti delle Case Residenza Anziani (CRA) – per un totale di circa 1.500 dosi somministrate (il dato è tuttora in corso di aggiornamento) – il personale sanitario e gli operatori di interesse sanitario, e tra 10 giorni, gli over 60 e le persone con condizione di elevata fragilità.

 









Articolo precedenteHockey, Rotellistica Scandianese: infortunata la veterana Valeria Calia
Articolo successivo618 nuovi positivi Covid oggi (5/11) in regione, su 28.456 tamponi (2,2%) e quattro decessi