Home Appennino Modenese Al via il progetto “Vivere Sicuri in Montagna”

Al via il progetto “Vivere Sicuri in Montagna”






Regione Emilia-Romagna e Unione dei Comuni del Distretto Ceramico hanno sottoscritto un accordo di programma per la realizzazione del progetto “Vivere Sicuri in Montagna”. L’obiettivo è l’attuazione di una serie di misure di prevenzione nei comuni di Palagano, Montefiorino, Frassinoro e Prignano sulla Secchia che comprendono il posizionamento di nuovi punti luce, l’installazione di telecamere di videosorveglianza e di cartelloni contenenti norme di sicurezza e comportamento. Questi interventi saranno accompagnati da una campagna di comunicazione e dalla promozione di iniziative di animazione culturale e sensibilizzazione.

“Da sempre mi preme che la nostra montagna modenese mantenga buoni livello di occupazione, sicurezza e vitalità sociale. Ritengo infatti – commenta la consigliera regionale di Azione Giulia Pigoniche siano condizioni fondamentali per mantenere attive queste comunità ed evitare il fenomeno dello spopolamento. Bene, quindi, che questo progetto dell’Unione dei Comuni del Distretto Ceramico e della Regione Emilia-Romagna sia volto al miglioramento dei problemi di sicurezza e disordine urbano, per migliorare la qualità della vita dei cittadini della montagna, che rimane una nostra priorità”.

La Regione Emilia-Romagna ha predisposto un contributo economico di 92.500 euro, a fronte di una spesa complessiva prevista di € 150.000 mila euro, di cui € 57.500 a carico dell’Unione dei Comuni del Distretto Ceramico.

L’accordo prevede anche l’organizzazione di iniziative culturali con serate dedicate alla cittadinanza per la diffusione delle buone prassi riguardanti la cura e la salvaguardia del territorio e delle persone che vi abitano. Previsti inoltre corsi di formazione con personale specializzato, sull’utilizzo delle strumentazioni utili alla prevenzione della criminalità e alla messa in sicurezza dei luoghi dove si potrebbe creare assembramento.

Tra gli interventi, da segnalare a Palagano la riqualificazione del Parco “Salvo D’Acquisto” con due nuovi punti luce e cartelli con norme di sicurezza e rispetto; a Frassinoro la riqualificazione zona ex Scuole elementari Romanoro; a Montefiorino l’illuminazione del bivio per la Centrale e area conferimento rifiuti; a Prignano la riqualificazione dell’area adiacente al campo sportivo con l’installazione di due punti luce e due cartelli con norme di sicurezza e comportamento.









Articolo precedenteLibri, Avagliano “Raccontiamo altro dopoguerra, pesò su formazione Sud”
Articolo successivoIl sacro secondo Vasco Brondi, in “prima” al Teatro Comunale di Carpi