Copyright; Regione: Emilia-Romagna A.I.U.S.G. – Autore: Caselli Nirmal Marco

Mercoledì 17 Novembre, è la “Giornata Mondiale della Prematurità”, dedicata cioè ai neonati prematuri: l’Amministrazione comunale, insieme all’Azienda Usl, aderisce all’iniziativa illuminando di viola il pronao del Teatro Comunale, come proposto dalla Società Italiana di Neonatologia (SIN) e Vivere Onlus.

Spiega Tamara Calzolari, Assessore alla Sanità: « Quest’anno anche il Comune di Carpi aderisce a questa iniziativa, illuminando un monumento cittadino, per sensibilizzare sulla necessità di percorsi di prevenzione che possano aiutare i bimbi pre-termine ad avere una migliore qualità della vita. »

Aggiunge il dottor Francesco Torcetta, direttore della Pediatria dell’ospedale Ramazzini: « Il tema di quest’anno, riassunto nella locuzione “separazione zero”, mi sta particolarmente a cuore perché è di fondamentale importanza che il neonato prematuro senta la vicinanza dei genitori: purtroppo nei quasi due anni di pandemia che stiamo vivendo questo non è stato sempre possibile. Sempre in occasione della Giornata del 17 novembre, in reparto il personale indosserà magliette viola come ulteriore elemento di sensibilizzazione. »

 









Articolo precedenteSonia Uccellatori nuova leader regionale della Cisl Fp
Articolo successivoCovid, 5.144 nuovi casi 44 decessi e tasso positività al 2,1%