Home Carpi Carpi, per i nuovi “buoni-spesa” l’esercente deve registrarsi

Carpi, per i nuovi “buoni-spesa” l’esercente deve registrarsi



Copyright: Regione Emilia-Romagna A.I.U.S.G. – Autore: Marco Caselli Nirmal

Gli esercizi commerciali di Carpi, Campogalliano, Novi e Soliera hanno tempo fino al 15 dicembre per aderire all’elenco di punti-vendita abilitati ad accettare i buoni-spesa che saranno erogati dai Servizi sociali a cittadini in stato di bisogno causa Covid-19.

L’invito viene rivolto a tutti gli esercizi del territorio, perché è cambiato il gestore dei buoni rispetto all’anno scorso.

«L’Unione Terre d’Argine – spiega Tamara Calzolari, assessora al Sociale del Comune di Carpi – sta procedendo in questi giorni alla raccolta delle domande per l’erogazione dei “buoni spesa”. La scelta è stata quella di costituire un elenco di esercizi commerciali nei quali, dal 16 dicembre, i cittadini potranno utilizzare i buoni. Questa nuova modalità che consente di caricare il contributo su una app o sul codice fiscale, sarà poi utilizzata anche per le prossime erogazioni che saranno fatte dal Comune di Carpi o dall’Unione per sostenere persone in difficoltà economica».

All’elenco possono aderire tutti coloro che vendono generi alimentari o prodotti di prima necessità: in particolare supermercati, ipermercati, discount di alimentari o di prodotti di prima necessità, mini market e anche farmacie e parafarmacie.

 

Articolo precedenteCentri estivi: grazie al comune a Castellarano tutte le richieste sono state accolte
Articolo successivoReggio Emilia, Festa di San Prospero: formalizzate in un’ordinanza le misure di prevenzione Covid