Home Appennino Bolognese Sanità, sempre più critica la situazione dei medici di medicina generale in...

Sanità, sempre più critica la situazione dei medici di medicina generale in Appennino bolognese, e non solo






Un tavolo di lavoro metropolitano sulla Medicina Generale: è quanto chiede Alessandro Santoni, presidente del Distretto Sociosanitario dell’Appennino bolognese, dopo i recenti fatti che hanno coinvolto la montagna intera. Tra pensionamenti e medici sospesi perché non hanno aderito alla campagna di vaccinazione, nel territorio mancano sempre più professionisti che garantiscano un servizio essenziale alla popolazione: quello delle cure primarie.

Questo processo, se non affrontato per tempo, metterà sicuramente in forte difficoltà le nostre comunità, difficoltà che già oggi si stanno manifestando in alcuni Comuni. A riguardo ciò che si chiede è di avviare con urgenza un tavolo di analisi della situazione, degli scenari evolutivi futuri al fine di individuare possibili soluzioni da poter mettere in campo sia nell’immediato che nel medio – lungo periodo, se necessario e possibile anche facendo ricorso a soluzioni straordinarie motivate dall’emergenza” si legge nella lettera che Alessandro Santoni ha scritto all’Assessore regionale, alla conferenza territoriale Socio-Sanitaria Metropolitana e ai vertici dell’Azienda Ausl di Bologna.

Un appello che è stato ascoltato dal presidente della Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria della Città metropolitana, Matteo Lepore, il quale ha invitato l’Assessore Regionale competente ad individuare “un delegato da invitare al Tavolo che sarà coordinato dal Sindaco Santoni stesso e vedrà presenti rappresentanti delle Aziende Ausl di Bologna e Imola, i Sindaci membri delle CTSSM Bo che riterranno di partecipare o loro delegati e rappresentanti degli Enti locali”.

 









Articolo precedenteSospensione temporanea dell’attività in presenza alla scuola secondaria di primo grado Frassoni di Massa Finalese
Articolo successivoLaura Mars Quartet domenica sera al De André di Casalgrande