Martedì 1 febbraio (ore 20.30) al Teatro Asioli di Correggio andrà in scena “Se questo è un uomo”, uno spettacolo di Valter Malosti che ha condensato (con Domenico Scarpa) l’opera omonima di Primo Levi.

Nel centenario della nascita di Levi, Malosti ha firmato la regia e l’interpretazione di Se questo è un uomo portando per la prima volta in scena direttamente il romanzo, e dunque la voce di questa irripetibile opera prima, senza alcuna altra mediazione. E’ una voce che nella sua nudità sa restituire la babele del campo – i suoni, le minacce, gli ordini, il rumore della fabbrica di morte. Quella di Primo Levi è una voce dal timbro inconfondibile, mite e salda: «considerate che questo è stato». Protagonista dello spettacolo è la voce dell’attore, che resta pacata mentre accoglie e trasmette la tragedia, il canto delle vittime. Cristallina, come lo è la parola, per accompagnarci in una immersione nel male da cui usciamo colpiti e interrogati.

Se questo è un uomo contiene però una moltitudine di registri espressivi, narrativi, percettivi. Riflessioni, guizzi, rilanci filosofici e psicologici, flash-back e flash-forward.

Biglietti: Euro 25 – 22,50 – 18. Orari biglietteria: da lunedì a venerdì dalle 18 alle 19 (giovedì chiuso) e sabato dalle 10,30 alle 12,30 (festivi esclusi) e un’ora prima degli spettacoli. Per informazioni: 0522 637813; e-mail: info@teatroasioli.it; web: www.teatroasioli.it. Il Teatro Asioli è anche su Facebook e Instagram.









Articolo precedenteControllo antidroga dei Carabinieri nei parchi di Modena. Arrestato con 19 dosi di marijuana.
Articolo successivoGiorno della Memoria 2022, momento di ricordo nel chiostro del Rettorato