Per il Ciclo “Libri sacri. Fondamenti teologici e interpretazioni culturali nelle religioni”, venerdì 25 febbraio – ore 17.30 – presso il Teatro della Fondazione San Carlo di Modena, si terrà la conferenza: I manoscritti di Qumran. Teologia e antropologia di un’antica comunità essena di Giovanni Ibba.

Giovanni Ibba è docente di Ebraico presso la Facoltà Teologica dell’Italia Centrale di Firenze e direttore editoriale di «Egeria. Rivista di scienze religiose». Studioso dei manoscritti qumranici e della loro relazione con il pensiero giudaico e la tradizione enochica, sta curando, presso le Edizioni Dehoniane, l’edizione italiana de La Biblioteca di Qumran. Tra le sue pubblicazioni: Qumran. Correnti del pensiero giudaico (Roma 2007); Gesù e le prime comunità cristiane: tra storia e teologia (a cura di, Firenze 2017); La preghiera alla fine del Secondo Tempio (Bologna 2017).

Dopo aver illustrato il complesso degli scritti ritrovati a Qumran (III sec. a.C. – I d.C.), la conferenza approfondirà le concezioni antropologiche e teologiche che da essi emergono: natura del male, contrapposizione tra luce e tenebre, natura del patto con Dio, figura del Maestro di Giustizia.









Articolo precedenteDue baresi, ritenuti presunti autori di una truffa online, denunciati dai carabinieri di Scandiano
Articolo successivoModena: funzionari ADM sequestrano 2.000 beni contraffatti