Home Cinema Ennesimo Film Festival si prepara ad una settima edizione raddoppiata

Ennesimo Film Festival si prepara ad una settima edizione raddoppiata






Tornare a ribadire l’importanza della cultura, come ponte necessario per progettare il mondo presente e quello futuro. Questa la grande sfida che Ennesimo Film Festival ha deciso di affrontare per la sua settima edizione, dall’1 all’8 maggio a Fiorano Modenese: un solo tema a fare da filo conduttore, lo spazio in tutte le sue accezioni per offrire agli spettatori una molteplicità di punti di vista sulla contemporaneità. Proiezioni, masterclass, workshop e momenti di confronto aperti all’intera comunità e in particolare agli studenti dell’Ennesimo Academy che concluderanno i corsi dell’anno scolastico proprio al Festival mostrando i loro elaborati in una mostra dedicata al BLA di Fiorano.

Protagonisti come sempre i cortometraggi con la Selezione Ufficiale in programma per il 6 e 7 maggio alle ore 21 al Teatro Astoria di Fiorano. Saranno 148 i film in concorso nelle varie selezioni, 62 dei quali realizzati da autori under 35 e 49 da registe donne, con 41 première italiane e 4 première estere che hanno scelto l’Ennesimo per mostrarsi per la prima volta in Italia e in Europa.

«Da sempre Ennesimo Film Festival è legato al territorio – commentano i direttori artistici Federico Ferrari e Mirco Marmiroli in occasione della conferenza stampa di presentazione, che si è tenuta mercoledì mattina presso il Cinema Teatro Astoria -, con l’obiettivo di rendere Fiorano un luogo in cui il cinema nasce. Tuttavia, questo non ci pone limiti nel cercare di avere sempre un occhio di riguardo per i metodi di racconto all’avanguardia, uno su tutti il Metaverso. In questa duplice direzione va anche il nostro percorso futuro di crescita».

«Ennesimo dimostra infatti come non ci sia la “crisi del settimo anno” – aggiunge Morena Siringardi, vicesindaco di Fiorano -, raddoppiando la sua proposta in termini di giornate di festival e moltiplicando quella delle proposte e delle iniziative, durante tutto l’anno».

Si parte allora dalle tante nuove selezioni, volte a metterci in contatto con “spazi” geograficamente lontani e vicini: un focus sulla Cina, previsto per l’1 maggio e seguito da una tavola rotonda per esplorare realtà e fantasie legate all’Oriente, uno sull’autore comico Astutillo Smeriglia, uno dedicato all’Agenda 2030, un altro ancora sui vari concetti di famiglia e la novità Worldwide. Una selezione proveniente dai Festival di tutta Europa, proiettata non-stop in un nuovo cinema gonfiabile realizzato per l’occasione da Ennesimo che resterà aperto in Piazza Menotti per tutta la durata del Festival. Nel weekend spazio al Dopofestival con La Sosteria, l’edicola di via Santa Caterina da Siena, che ospiterà concerti e dj-set dal termine delle proiezioni fino a notte fonda.

Spazio fisicamente lontano, ma che ci pone interrogativi sul qui ed ora, anche quello che porteranno sul palco Riccardo Staglianò, prima col suo ospite Roberto Mezzalama e poi da solo, per due approfondimenti a tema ecologia e gigacapitalismo, il 6 e il 7 maggio alle 18.30. Nonché, nella serata conclusiva del Festival, Paolo Nori: raccontando la figura complessa di Fedör Dostoevskij, andrà naturalmente contro le polemiche dell’attualità, dimostrando le connessioni tra l’autore e noi. E ancora, la masterclass rivolta agli insegnanti e dedicata ad attualità e giornalismo per ragazzi con il direttore di Internazionale Kids il 4 maggio. Spazio potenzialmente infinito, invece, quello digitale del Metaverso. Ennesimo Film Festival sarà infatti il primo in Italia a ospitare una sala cinematografica in Altspace Vr di Microsoft, fruibile sia in loco che da casa, grazie agli appositi visori. Dispositivi con i quali sarà possibile prendere parte anche alla visione di un film in virtual reality: Così è (o mi pare), in cui Elio Germano reinterpreta Pirandello in chiave moderna. Un’occasione, questa, per i ragazzi che lo studiano a scuola, di assaporarne una rilettura esperienziale.

Ai giovani – come da tradizione del Festival – sarà riservata del resto una grande attenzione: ai più piccoli (3-8 anni) saranno dedicate le proiezioni che si terranno i pomeriggi dell’1, 6, 7, 8 maggio all’interno della Ludoteca Barone Rosso, mentre l’Ennesimo Premio Giovani, il premio assegnato dagli studenti dell’Ennesimo Academy, si arricchirà della componente comica, grazie alla partnership con Comix. Sempre al noto marchio editoriale, spetterà la direzione della Comix Academy, la scuola di comicità, che insegnerà ai giovani come far ridere. Ai ragazzi – più o meno grandi – è dedicato anche l’incontro con Lodo Guenzi de Lo Stato Sociale nella mattina del 5 maggio, per un confronto sul concetto di spazio, e quello con Valentina Sumini, architetto del cosmo, all’interno dei Caesar Design Film Award in partnership con Ceramiche Caesar.

Tutti i premi, tra cui il nuovo riconoscimento alla miglior performance attoriale, consegnato da Eleonora Giovanardi, saranno assegnati nella serata dell’8 maggio presso il Teatro Astoria.

Per i dettagli sul programma www.ennesimofilmfestival.com.

 

 









Articolo precedenteConfindustria E-R: Fiorini (Lega), buon lavoro al neo presidente Sassi
Articolo successivoAlexander Gadjiev con l’orchestra Rai diretta da Fabio Luisi a Modena