Home Appennino Reggiano Il 5 maggio a Reggio Emilia Fabrizio Silvetti presenterà la salita...

Il 5 maggio a Reggio Emilia Fabrizio Silvetti presenterà la salita all’Ama Dablam

L’alpinista di Castelnovo ne’ Monti illustrerà anche il progetto della Khumjung Hillary School






Il Cai Reggio Emilia organizza il 5 maggio una serata con l’alpinista di Castelnovo ne’ Monti Fabrizio Silvetti, che parlerà della sua salita del 2021 all’Ama Dablam, in Nepal, e del progetto di solidarietà Khumjung Hillary School. L’iniziativa si terrà alle 21:00 presso il Centro Sociale “Buco Magico”, in via Martiri di Cervarolo 47 a Reggio Emilia. E’ necessario la mascherina FFp2.

Silvetti ha una importante esperienza sulle montagne dell’Himalaya e del Karakorum. Ha partecipato alle spedizioni al Cho Oyu in Tibet (8201 m) nel 2008 raggiungendo Campo3 a 7600, al Gasherbrum 2 (8035 m) in Pakistan nel 2011 raggiungendo la vetta con Samuele Sentieri, allo Shisha Pangma in Tibet nel 2013 raggiungendo la cima Middle (8013 m) da solo, al Manaslu nel 2017 (8163 m) raggiungendo la vetta, anche qui da solo. L’ultima salita è quella alla bellissima cima dell’Ama Dablam (6812 m).

Tutte le sue salite sono state effettuate senza l’uso di ossigeno supplementare e senza guide Sherpa.

Alla sua attività alpinistica ha affiancato una intensa attività di solidarietà. «Ho sostenuto – spiega Silvetti – progetti solidali presso la Bugghist Child Home di Kathmandu, un orfanotrofio che si occupa di accoglienza ed educazione di bambini orfani o abbandonati, poi il Progetto Damar per la creazione di scuole e presidi medici nella regione a sud dell’Everest e l’anno scorso ho iniziato la realizzazione del progetto alla Khumjung Hillary School, unica scuola secondaria della valle del Khumbu, dove ho portato computer e dispositivi programmabili ed ho tenuto un corso per il loro utilizzo per studenti e docenti».

La serata del 5 maggio è organizzata in collaborazione con Altri Passi, guide ambientali escursionistiche nell’Appennino tosco-emiliano, e con Montalto, sport e tempo libero.

 

 









Articolo precedenteScoperti armeggiare all’ingresso di un’attività commerciale reggiana: bloccati in due
Articolo successivoManutenzione strade: 18 nuovi automezzi per il personale della Città metropolitana