Home Appuntamenti Mirandola, arriva la 218esima Fiera della città dei Pico

Mirandola, arriva la 218esima Fiera della città dei Pico

Dal 12 al 16 maggio, il cuore storico si animerà tra spettacoli, mostre e il luna park






Mirandola si veste a festa. Per cinque giorni, dal 12 al 16 maggio ed in concomitanza con la festa del patrono San Possidonio, la 218esima fiera campionaria, animerà strade e piazze del cuore storico della città dei Pico, con eventi, spettacoli, mostre e il luna park che troverà nuovamente collocazione a pochi passi dal centro nell’area di piazzale Costa. Ma sarà anche il territorio comunale e tutto ciò che ha da offrire, ad essere al centro dell’attenzione – vera novità di quest’anno – per promuovere la mobilità sostenibile e la tutela dell’ambiente. La fiera infatti vuole strizzare l’occhio al cicloturismo e più in generale a tutti gli appassionati della bicicletta: il mezzo più idoneo per andare alla scoperta di Mirandola, delle frazioni e delle valli, ridondanti di una natura peculiare, sorprendente ed unica sul piano faunistico ed ambientale.

A 10 anni di distanza dagli eventi sismici del 2012, Mirandola punta a far conoscere il suo percorso di rinascita e quanto di meglio ha da offrire. Attraverso la Ciclovia del Sole, infatti, chi è diretto verso le grandi città può fermarsi nella Città dei Pico (Comune Ciclabile) ed andare alla scoperta di storia, natura, cultura e tradizione culinaria, unici. Una terra su misura per il cicloturismo, facile da percorrere in bicicletta e dove il turista può prendersi tempo per stare bene. La 218° Fiera di Mirandola vuole, quindi, essere prima di tutto un’occasione per promuovere le tante ricchezze del territorio, una possibilità per mettersi in mostra cercando di realizzare un evento il più possibile sostenibile fondato sui temi e le azioni dell’Agenda 2030. A caratterizzare il tradizionale evento mirandolese, saranno, infatti, presenti e più visibili punti fissi per la raccolta differenziata dei rifiuti, le strutture presenti avranno certificazioni ambientali, il punto di ristorazione denominato Gustosa sarà gestito dal Comitato maccherone al pettine e AMO Area Nord e proporrà solo prodotti tipici locali. Sarà posta un’attenzione particolare nella riduzione della plastica attraverso l’utilizzo di bibite sfuse o in bottigliette in bioplastica, oppure in vetro o lattine, ma anche attraverso l’uso di stoviglie in carta o in materiale biodegradabile. Inoltre uno spazio in via Cavallotti denominato “Aimag incontra…” e appositamente sostenuto dalla medesima Azienda, sarà dedicato agli incontri di approfondimento e conoscenza sui vari aspetti della città di Mirandola. Quest’anno la Fiera inoltre coinvolgerà dagli alunni delle scuole ai cittadini in appuntamenti dedicati alla natura, ai cambiamenti climatici, alla tradizione locale e alla cultura enogastronomica. A ciò va aggiunto quello che è la fiera nella tradizione come attesa dai cittadini con il luna park, che quest’anno annovera tra le sue attrazioni per la prima volta anche la ruota panoramica, gli eventi e poi i banchi e le attività commerciali aperte sulla piazza. Quella piazza, da sempre punto privilegiato di incontro, confronto e riflessioni, cuore pulsante di questa fiera, ma prima ancora centro vitale del cuore storico città. Nuovamente riacquisito dai cittadini, felici di ritornarci dopo le ristrettezze indotte dalla pandemia ed elemento caratteristico di richiamo da altri comuni, provincie e regioni.

Sarà dunque una fiera per certi aspetti nuova che si pone come il trait d’union ideale tra passato, presente e futuro. Legata al cicloturismo e alle sue opportunità con spettacoli, mostre e punti informativi appositi e nell’ambito della quale sarà anche presentato in collaborazione con FIAB, Ciclistica Mirandolese 1903, “La Nostra Mirandola” e l’Agenzia Viaggiandola un primo pacchetto turistico chiamato “A spasso per Mirandola. Il fascino della pianura in bicicletta”. Grazie al pacchetto predisposto i ciclisti di Fiab e non solo, provenienti da varie regioni italiane potranno fare tappa a Mirandola e potranno in bicicletta scoprire edifici storici particolari come i Barchessoni, osservare la natura attraverso attività di birdwatching nella ZPS “Valli mirandolesi” della rete ecologica europea “Natura 2000”, imparare a fare i maccheroni al pettine, visitare il centro storico ricostruito ed essere accolti dagli stessi mirandolesi.

 

Focus, mostre, spettacoli e incontri

Diversi gli eventi in programma nel corso della 5 giorni. Si parte il 12 maggio con l’inaugurazione in piazza Costituente e col taglio del nastro in bicicletta. Momento che sarà anticipato dalle sfogline nello spazio Gustosa, con un laboratorio per la realizzazione di maccheroni al pettine (tipicità del territorio) a cura del Comitato maccherone al pettine delle Valli Mirandolesi e ASD Comitato Unitario delle Polisportive. Dalla buona tavola alla buona musica: sempre il 12 si prosegue con una serata interamente dedicata alla Fondazione Scuola di musica Carlo e Guglielmo Andreoli che alle 21, sul palco allestito in piazza della Costituente, presenterà la Compilation “Satellite vol. 1”. Questo nuovo progetto, ideato e condiviso da Sinergas e dalla Fondazione Andreoli, verte sulla composizione, la produzione musicale e la promozione della creatività dei giovani musicisti e cantanti, incentivando la pro positività e l’autoproduzione di brani originali da loro scritti, composti ed eseguiti. Dalla musica dei giovani, al loro futuro. Altro appuntamento di sicuro interesse è quello di venerdì 13 alle 19 in via Cavallotti, presso lo Spazio Aimag, dove si parlerà di cambiamenti climatici con il direttore di Aimag Ing. Davide De Battisti. Tre poi le date da appuntarsi per bene in quanto vedranno quali protagonisti nella città dei Pico diversi volti noti del mondo dello spettacolo e dello sport. Venerdì 13 maggio, alle 21.30, sul palco di piazza Della Costituente si esibirà Mogol portando in scena una serata in musica che coinvolgerà anche il pubblico svelando racconti sconosciuti inerenti il panorama musicale italiano. Sabato 14 maggio, sempre alle 21.30 sul palco della centrale piazza cittadina, sarà la volta di Alessandro Politi che, direttamente da Zelig Circus, diletterà il pubblico con “E’ grande Mago Show”. Si prosegue domenica 15 dove sullo stesso palco, ma alle 20, CNA intervisterà il campione olimpico Jury Chechi, autore del libro “Codice Jury”. La serata si concluderà poi, a partire dalle 21.30, quando toccherà all’attore comico Gianluca Impastato dei “Turbolenti” strappare una risata agli astanti con il suo monologo “…30 anni fotomodello”.

 

USL di Modena in fiera con #Fumoancheno

Anche l’Azienda USL di Modena sarà presente in Fiera per promuovere sani stili di vita con #Fumoancheno: iniziative volte alla sensibilizzazione contro il fumo organizzate da Ausl a Mirandola che coinvolgeranno i giovani dell’istituto superiore Galileo Galilei. La mattina del 12 maggio un gruppo di studenti delle seconde classi raccoglierà i mozziconi di sigaretta nel tragitto che porta dalla scuola fino a via Felice Cavallotti presso lo spazio Aimag accompagnati da personale del Centro di educazione alla sostenibilità, La Raganella di Mirandola e da operatori dell’Ausl di Modena. In piazza poi i ragazzi si confronteranno sui danni provocati dal fumo assieme ad un referente di Ausl. Gli studenti del Galilei dovranno inoltre cimentarsi con la realizzazione di video centrati sull’importanza di non fumare che poi dovranno essere pubblicati dai ragazzi sui loro profili social. I tre video che riceveranno più visualizzazioni saranno premiati da Ausl il 31 maggio, Giornata mondiale contro il fumo, e le loro classi riceveranno dei buoni in denaro da spendere per l’acquisto di materiale scolastico offerti dalle aziende del territorio. Sull’importanza di svolgere attività fisica la Medicina dello Sport di Ausl Modena, invece, ha organizzato una camminata della salute il 13 maggio, aperta a tutti i cittadini, condotta dai ‘walking leader’ che hanno partecipato ai corsi di formazione per leader di gruppi di cammino organizzati da Ausl Modena.

 

Qui https://www.comune.mirandola.mo.it/novita/notizie/218-fiera-tradizionale-di-mirandola, il programma scaricabile completo









Articolo precedenteSan Felice sul Panaro: si presenta ai cittadini il progetto di Casa della comunità
Articolo successivoL’11 maggio Stefano Massini porta in scena il suo ‘Alfabeto delle emozioni’ al Teatro Celebrazioni di Bologna