Home Appuntamenti Tornano a Cavriago il 10, 11 e 12 giugno le ‘GRADEvoli sere...

Tornano a Cavriago il 10, 11 e 12 giugno le ‘GRADEvoli sere d’estate’, a sostegno di Fondazione GRADE Onlus





Torna con l’ottava edizione (se non ci fosse stato lo stop causato dalla pandemia Covid, saremmo alla decima) “GRADEvoli sere d’estate” in Piazza Zanti a Cavriago. Tre serate con ottimo cibo e concerti dal vivo: venerdì 10 il concerto delle “Canne da Zucchero”, sabato 11 Marco J Mammi e domenica 12 giugno chiuderanno la manifestazione estiva i Ma noi no. Ogni serata dalle 19.30 ci saranno tortellata o grigliata e pizza cotta nel forno a legna (Info: 335 437256 William).

Il ricavato sarà interamente devoluto alla Fondazione GRADE Onlus di Reggio Emilia.

“Tornano GRADEvoli le sere d’estate cavriaghesi e il paese ritrova una iniziativa che la pandemia ci aveva tolto e che ci è mancata tantissimo. Cavriago sostiene GRADE da sempre con grande entusiasmo e partecipazione e lo farà tanto più quest’anno in cui grazie a questa iniziativa torniamo a respirare aria d’estate, un’estate finalmente libera dalle restrizioni. Siamo profondamente grati alle volontarie ed ai volontari che senza esitazione si sono rimessi in gioco perchè è solo grazie alla loro voglia di esserci per un bene comune che possiamo vivere queste sere di festa. Mi piace pensare che siano un po’ come tante sognatrici e tanti sognatori, capaci di sognare insieme una sanità di qualità, universale ed accessibile, un piccolo esercito di operatori di pace e di speranza di cui continuiamo ad avere un grandissimo bisogno”; queste le parole della Sindaca di Cavriago Francesca Bedogni.

Con le varie attività di volontariato la Fondazione GRADE Onlus ha sostenuto diverse importanti attività e opere quali, ad esempio, la costruzione del CORE (Centro Oncoematologico di Reggio Emilia) inaugurato nel 2016; azioni di sostegno alla ricerca scientifica; l’acquisto della nuova PET installatata all’Ospedale Santa Maria Nuova nel giugno 2018. Ma la strada continua con nuovi progetti in corso: il progetto “Ricerca o non Ricerca?” per sostenere due studi nazionali sui lifomi: FOLL19, per valutare se sia possibile ridurre la somministrazione di chemioterapia nei pazienti con linfoma follicolare che mostrano una risposta rapida ai trattamenti; PREVID, per valutare se sia possibile migliorare l’efficacia del trattamento chemioterapico standard nei pazienti anziani con linfoma i grandi cellule B con l’integrazione di vitamina D.

www.grade.it









Articolo precedenteImparare a fotografare farfalle e fiori in un incontro al Ceas di Albinea
Articolo successivoBAT Italia è la prima direzione legale sostenibile accreditata 4cLegal