Home Albinea Albinea, i bambini nel bosco imparano a conoscere e rispettare la natura

Albinea, i bambini nel bosco imparano a conoscere e rispettare la natura

Al Nido l’Aquilone il progetto “La scuola in natura”





Diciotto bimbi, dai 24 ai 36 mesi, tre educatrici e un bosco ricco di vegetazione e piccoli animali. E’ di questi ingredienti che è composto il progetto “La scuola in natura” che ha avuto come protagonista la sezione Medi grandi A del Nido l’aquilone.

I bambini hanno avuto l’occasione, nei mesi di maggio e giugno, di partecipare all’iniziativa promossa da Arpae (Agenzia di prevenzione ambientale ed energia), in collaborazione con l’Università di Bologna, Facoltà di Scienze dell’Educazione e il CEAS (il centro di educazione ambientale del comune di Albinea).

Il progetto rientra in una ricerca azione coordinata dalla professoressa Schenetti, docente che si occupa di didattica e natura. La progettazione ha previsto una preliminare formazione per le educatrici, in cui definire i valori dell’esperienza, l’organizzazione e progettazione delle uscite e visite dirette, insieme alla guida ambientale e formatore Marco Benelli, biologo.

Benelli e le educatrici hanno progettato quattro mattinate in natura (dalle 8.30 alle 11.30) trasferendo la quotidianità del servizio, grazie alla collaborazione delle famiglie che hanno aderito con entusiasmo al progetto, accompagnando i bambini direttamente nel punto di ritrovo all’ingresso del Parco, anziché al Nido.

Le esperienze in natura, direttamente nel Parco Fola (nella parte più naturale e selvatica) hanno permesso di vivere un’immersione nella natura per conoscere piante e animali che lo abitano e proponendo esperienze e laboratori all’aperto.

Nell’ultimo incontro, mercoledì 16 giugno, l’uscita in natura ha visto la partecipazione anche dei genitori dei bambini, che invitati e accompagnati dai figli, hanno intrapreso i percorsi di scoperta in natura, già conosciuti dai bambini.

Queste esperienze hanno permesso di ripensare come il servizio educativo possa diventare stimolo e promozione per avvicinarsi alla natura fin da piccolissimi in modo intenzionale, attento e rispettoso, in quanto le esperienze e gli apprendimenti dei bambini li accompagneranno per tutta la vita, creando una generazione responsabile nei confronti dell’ambiente.

 

 









Articolo precedenteUnimore nel team che ha vinto il prestigioso premio Horizon della Royal Society of Chemistry
Articolo successivoModena, in assemblea il progetto del sottopasso stradale di via Panni