Home Appuntamenti Una tenda in piazza: l’estate di Concordia sulla Secchia si anima con...

Una tenda in piazza: l’estate di Concordia sulla Secchia si anima con la magia del teatro





Questa estate a Concordia sulla Secchia spunterà una tenda: quella di TiPì, il progetto che porterà il teatro nel centro storico del paese, in Piazza Gina Borellini, a partire dal 23 giugno.

Torna infatti per il secondo anno Una tenda in piazza, la rassegna teatrale costituita da tre appuntamenti gratuiti che animerà le serate di Concordia sino a fine luglio.

Realizzata dall’Associazione Culturale Nahìa con il contributo di Comune di Concordia sulla Secchia e il patrocinio della Regione Emilia-Romagna, la rassegna coniuga teatro di strada e musica, circo e racconto, con tre proposte di qualità, rivolte a un pubblico di tutte le età: Sonata per tubi, il 23 giugno, Gernika il 13 luglio e, a chiudere, il 28 luglio, Paccottiglia Deluxe.

Lo spettacolo che aprirà le danze, giovedì 23 giugno alle ore 21.15, della Compagnia Nando e Maila, mescola sapientemente musica e circo. Particolarità di Sonata per tubi. Arie di musica classica per strumenti inconsueti,infatti, è quella di essere a cavallo tra concerto, giocoleria e performance, in cui pezzi di tubo volanti vanno a comporre un contrabbasso e un violoncello, che eseguono melodie spaziando tra Rossini, Bach e Rolling Stones, fino all’arrivo di una ragazzina, principessa moderna, a sconvolgere ogni armonia.

Il circo alimenta la follia del trio – composto da Ferdinando D’Andria, Maila Sparapani e Marilù D’Andria – con clave che diventano sax e diaboli sonori. Un crescendo di canti polifonici, danze e prove di coraggio, musicali e circensi, che condurranno al rituale finale: il passaggio dall’adolescenza alla vita adulta.

Sarà invece un racconto musicato, a cavallo tra poesia, arte e memoria, a incantare il pubblico per il secondo appuntamento, mercoledì 13 luglio alle ore 21.15. Gernika, della Compagnia Atelier Mamot, è il racconto che una donna, María Ángeles Iriondo, fa di quanto, bambina, assistette al bombardamento della sua amata Guernica, il 26 aprile 1937, durante la guerra civile spagnola. Il 4 giugno dello stesso anno Picasso diede l’ultima pennellata al dipinto che chiamò con il nome della piccola città basca, il capolavoro che divenne simbolo per antonomasia dell’atrocità di quella come di ogni altra guerra. In scena, Maria Ángeles si troverà per la prima volta faccia a faccia col dipinto. La protagonista prende vita a partire dalla maschera espressiva indossata dall’attrice, Alay Arcelus Macazaga, in un racconto musicato dal vivo da Selene Framarin, che porta con sé un respiro di universalità e di risonante attualità: “Io sono qui, viva e non voglio dimenticare. E finché avrò fiato, racconterò”. Gernika è lo spettacolo scelto nel 2021 dai “Visionari”, un gruppo di spettatori appassionati che ogni anno selezionano, tra oltre duecento spettacoli candidati a livello nazionale, un titolo da inserire nelle programmazioni di TiPì. Saranno infatti i Visionari a presentare lo spettacolo, che sarà seguito da un momento di confronto con la compagnia al quale è invitato tutto il pubblico.

Spetterà infine alla frenesia anarchica del circo il compito di chiudere la rassegna, giovedì 28 luglio alle ore 21.15, con Paccottiglia Deluxe. Cialtroneria di qualità superiore!,della Compagnia Circo Pacco.

In questo spettacolo privo di serietà, fresco finalista all’importante concorso In-Box Verde, il mondo del Circo rivive in chiave parodistica grazie a Frank Duro & Gustavo Leumann, due autentici cialtroni che, nel tentativo di allestire il loro spettacolo, a ogni giro di pista cercano, con ogni mezzo, di guadagnarsi il centro della scena e il plauso del pubblico. Nelle loro mani e sulle loro spalle un circo privo di tendone, in cui la strana coppia si sfida a colpi di numeri al limite del ridicolo, tra piogge di pop-corn, eccentriche acrobazie e improbabili animali. Teatro fisico e comicità non verbale allo stato puro, in uno spettacolo muto che farà parlare di sé, di e con Alessandro Galletti e Francesco Garuti.

Tutti gli eventi della stagione sono a partecipazione gratuita.

“L’intento è quello di animare gli spazi non teatrali – commenta Irma Ridolfini, Presidente dell’Associazione Culturale Nahìa, e Direttrice artistica della rassegna insieme a Paolo Zaccaria – per cercare una partecipazione da parte del pubblico che non si reca abitualmente a teatro, e che in piazza potrà così entrare in contatto in maniera più diretta con questo tipo di esperienza. Da qui, la scelta di un linguaggio multidisciplinare, diretto e universale che, anche senza l’utilizzo della parola, possa consentire a tutte le età, e perché no a tutte le etnie,di godere delle proposte e della magia che il teatro sa creare.”

Prosegue Paolo Zaccaria: “La piazza in cui si tengono gli spettacoli è poi recente, creata dalla rimodulazione del centro storico nel post sisma, e questo conferisce alla rassegna il significato ulteriore di una comunità che si riappropria degli spazi pubblici, in un senso sia fisico che simbolico molto forte”.

Per informazioni e prenotazioni, inviare una mail a progetto.tp@gmail.com, un messaggio whatsapp al numero 331.7487202o consultare la pagina Facebook TiPì – Stagione di Teatro Partecipato e il profilo Instagram stagione.tp.

 









Articolo precedenteA Carpi tiroide e noduli adesso si vedono in 3D
Articolo successivoFlorim ha inaugurato il Flagship Store di Parigi