Home Formazione Academy aziendali create grazie alla formazione finanziata e il contratto di Apprendistato...

Academy aziendali create grazie alla formazione finanziata e il contratto di Apprendistato di I Livello

Ecco gli ingredienti di IFOA per assumere, innovando





Umberto Lonardoni, Direttore Generale IFOA

Dopo il lancio del nuovo format “Assunzione & Formazione” che con successo sta portando, da gennaio, sei aziende di Reggio Emilia ad assumere diversi giovani apprendisti, potendoli da subito inserire nella propria scuola di formazione interna, IFOA presenta insieme ad ANCL, il prossimo 30 giugno ad aziende e consulenti di Parma e provincia, questo modello “pionieristico” per portare in Italia il sistema duale.
Umberto Lonardoni, IFOA:Questo modello formativo (che si avvale di un co-finanziamento della Regione Emilia-Romagna) è nato per rispondere alle esigenze sempre più specifiche e impellenti delle aziende, che fanno fatica a reperire sul mercato del lavoro giovani su cui investire. È un vero percorso di recruiting, che punta a far acquisire agli allievi competenze tecniche e soft skills per un inserimento di successo. Ma la vera novità è che in questo caso il giovane viene assunto, con un contratto “di qualità”, prima dell’avvio del corso e non, come avviene di solito, eventualmente alla fine (magari a seguito di un tirocinio). E questo è certo il più concreto degli indicatori della bontà di questo progetto che stiamo portando a conoscenza di aziende e consulenti del lavoro, via via in diverse province, con la speranza che venga capito e condiviso come strumento d’innovazione”.

 

IFOA e ANCL presentano il prossimo 30 giugno sul territorio di Parma e provincia il nuovo progetto di Assunzione & Formazione, che si basa sul contratto di Apprendistato di I Livello unito alla formula dei corsi IFTS (Istruzione e Formazione Tecnica Superiore).

Si intitola “Evoluzione del mercato del lavoro: nuovi strumenti per assumere e formare” l’evento che si terrà presso la sede IFOA di Parma, in collaborazione con ANCL.

Dalle 16 alle 19 si susseguiranno diversi interventi, tra cui quelli di Maurizio Drezzadore – Consulente di formazione, già Consulente del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e Matteo Colombo – Ricercatore ADAPT, rispettivamente con focus sul tema academy aziendali come strumento di recruiting e formazione di talenti e le prospettive di riforma per i tirocini curriculari ed extra-curriculari. L’Avvocato Caterina Giroldi racconterà poi il caso-studio dell’Academy di Mead Informatica srl con l’assunzione e formazione di 9 IT Specialist Junior.

“Questo nuovo percorso di formazione collegato all’apprendistato, rappresenta un esempio per favorire l’incontro tra domanda e offerta, inserendosi in quel modello di sistema duale fra studio e lavoro così difficile da realizzare in Italia e su cui la Regione Emilia-Romagna sta puntando molto. Come dichiarato anche dall’Assessore allo Sviluppo economico e green economy, Lavoro, Formazione della Regione, Vincenzo Colla, ospite di IFOA in diverse occasioni, il nostro Ente può, con questo progetto, garantire da un lato la coerenza didattica mettendo in campo le sue competenze per la selezione dei candidati e la consulenza alle aziende, e con queste realtà  virtuose, che investono per consentire ai giovani di conseguire un certificato di specializzazione tecnica superiore attraverso il lavoro, garantire fin dal primo giorno un’occupazione stabile e di qualità ai partecipanti”.

Consulenti e aziende sono quindi invitati all’evento (a numero chiuso e interamente gratuito, su iscrizione tramite sito IFOA, a questo link), durante il quale verranno presentate le caratteristiche dell’impianto formativo e le opportunità per le aziende di avvalersi di un servizio altamente personalizzato per il recruiting e l’inserimento di figure specifiche nel proprio organico.

In un settore in rapido cambiamento come quello dell’Information Technology, infatti, il reperimento di giovani candidati specializzati diventa sempre più complesso. Per questo motivo molte aziende si stanno interrogando su modalità di recruiting differenti, trovando nella formazione un valido alleato.

IFOA sta già programmando l’avvio di ulteriori percorsi di formazione mirati all’assunzione diretta, con lo stesso impianto di quello sopra descritto. In particolare quelli di prossima partenza formeranno tecnici informatici e, più avanti, tecnici programmatori PLC.









Articolo precedenteL’ente Parchi Emilia Centrale vince il “premio Emas 2022” per la dichiarazione ambientale più efficace a livello nazionale
Articolo successivoAlessia Marcuzzi approda in Rai con “Boomerissima”