Copyright e autore immagine: Roberto Brancolini

La prima interrogazione discussa nel Consiglio Comunale di ieri sera era a firma di Giulia Pigoni del Gruppo Misto, avente ad oggetto “Disservizi trasporto scolastico”.

“Premesso che – recita l’interrogazione – il Servizio Istruzione del Comune svolge un insieme di funzioni e compiti a supporto dell’attività scolastica, finalizzati a promuovere gli interventi per la qualificazione del diritto allo studio, realizzare un’offerta di servizi e di interventi utili ad ampliare i livelli di partecipazione ai sistemi dell’istruzione fra i quali, di notevole importanza, i servizi di trasporto scolastico. Considerato che: il Comune di Sassuolo, in data 13/09/2022, ha comunicato, ai genitori degli alunni iscritti al 3 ° Istituto Comprensivo di Sassuolo, l’impossibilità di partire con tutte le linee per la scuola secondaria F. Ruini, causa esigenze organizzative comunicate dalla ditta erogante il servizio di trasporto scolastico dedicato agli studenti del Comune: non verrà infatti effettuato il servizio di trasporto all’andata per le linee 2 e 3, le stesse linee verranno unificate per il trasporto di ritorno modificando quindi gli orari; è stato inoltre comunicato che, per esigenze organizzative comunicate dalla ditta erogante, il servizio di trasporto scolastico per gli alunni del 3° Istituto Comprensivo avrà inizio presumibilmente il 19 settembre, quindi ben oltre la data effettiva di inizio anno scolastico, con un orario provvisorio e senza alcuna certezza in merito all’orario definitivo, causando notevole disagio agli alunni e alle famiglie e senza garanzie del servizio completo per le settimane successive; interroga la Giunta per sapere: come l’amministrazione comunale intende attivarsi concretamente per risolvere le problematiche evidenziate sul servizio di trasporto scolastico che riguardano il 3° Istituto Comprensivo di Sassuolo, causa di notevole disagio per gli alunni e di grave disservizio alle famiglie; perché la comunicazione di questo disservizio sia stata data a soli due giorni dall’inizio della scuola; se sono previsti rimborsi alle famiglie che a causa di questo disservizio non hanno potuto usufruirne pur avendo pagato l’abbonamento per il servizio di trasporto scolastico”.

 

Ha risposto l’Assessore alla Pubblica Istruzione Alessandra borghi.

“La comunicazione citata ,inerente il disservizio del  citato trasporto per la scuola secondaria di primo grado  Ruini, è  stata prontamente rettificata e aggiornata in data 16 settembre 2022 prot.42655/22 a seguito degli accordi con la Dirigenza della scuola, che ha trasmesso espressa  comunicazione in tale data regolarmente recepita  agli atti , e subito le famiglie sono state informate,  che il 19 settembre 2022, si sarebbe effettuato il trasporto scolastico per tutti gli studenti sia in andata sia al ritorno negli orari provvisori concordati con la scuola, in particolare per una linea in ritardo rispetto l’uscita degli alunni.

Si sottolinea che a partire da giovedì 22/09/2022 il servizio è stato erogato con l’orario definitivo in linea con gli orari delle lezioni.

La partenza posticipata di due giorni per tutte le scuole secondarie di primo grado, è stata motivata in parte  dalle iniziali problematiche organizzative legate ad un nuovo  appalto , ma anche da un orario scolastico asincrono, nelle diverse scuole secondarie di primo grado, che ha reso particolarmente difficile e complicato  l’incastro di orari in entrata ed  uscita e relative corse,  per una normale erogazione del servizio.

Dal 19 settembre 2022, visto l’allinearsi degli orari di entrata ed uscita delle diverse classi ed istituti scolastici, il trasporto scolastico è partito regolarmente.

Infatti in data 19 settembre, gli istituti scolastici hanno  comunicato al Servizio Istruzione l’orario definitivo delle lezioni e a seguito di questa informazione, gli uffici hanno elaborato la programmazione definitiva dei trasporti scolastici, con decorrenza 26 settembre 2022. Tale comunicazione  è stata inviata ai genitori in data 22/09/2022 con prot.43608, riducendo  prontamente il lamentato disservizio.

L’orario di partenza ed arrivo degli studenti che usufruiscono del trasporto scolastico è stato sempre concordato con le Dirigenti Scolastiche, l’affermazione che alcuni studenti abbiamo perso ore di insegnamento, non corrisponde al vero e inoltre, per una maggiore tranquillità delle famiglie, l’amministrazione ha predisposto un apposito servizio di vigilanza per il tempo di attesa del trasporto con proprio personale.

Le comunicazioni sono state date a nostro parere, in tempo utile per l’organizzazione scolastica e  familiare, tenuto in doveroso conto i necessari adempimenti organizzativi legati all’avvio del servizio con una nuova ditta appaltatrice e altresì degli orari provvisori asincroni comunicati dalle diverse Dirigenze scolastiche .

Tenendo conto di quanto sopra,  il servizio è stato tempestivamente regolarizzato nell’ottica di creare il minor disagio possibile alle famiglie e comunque qualora le stesse ritengano di richiedere il rimborso specifico per i giorni di mancata effettuazione del servizio, l’amministrazione si rende disponibile ad recepire eventuali richieste”.









Articolo precedenteLa band Nomadi in concerto per Apro Onlus: la nuova iniziativa a sostegno del progetto Amica Pelle
Articolo successivoL’assessora Borghi risponde anche a Maria Savigni sull’affidamento del servizio di trasporto scolastico