Si è insediato oggi il nuovo comandante della stazione di Reggiolo. Si tratta del Luogotenente Gianluigi Caria che, proveniente dalla stazione di Luzzara dove ha ricoperto funzioni vicarie, è stato trasferito nel comune di Reggiolo per sostituire il precedente comandante Luogotenente C.S. Sandro de Monaco, in pensione per raggiunti limiti di età.

Un trasferimento disposto dal Comandante della Legione Emilia Romagna Generale di Brigata Massimo Zuccher nell’ottica di assicurare continuità all’azione di comando ad un presidio, quale quello di Reggiolo, ricadente su un territorio fortemente impegnativo sotto l’aspetto dell’ordine e della sicurezza pubblica.

Il Luogotenente Gianluigi Caria 52enne originario dell’oristanese, in Sardegna, vanta un bagaglio professionale di tutto rispetto, grazie all’esperienza maturata in oltre 30 anni di servizio attivo nell’Arma dei carabinieri tutti in reparti territoriali buona parte dei quali gravitanti proprio nella bassa reggiana. Arruolatosi nell’Arma nel 1990 quale carabiniere effettivo ha prestato servizio presso la stazione di Concordia sulla Secchia (MO)  per poi vincitore del concorso per sottufficiali, essere assegnato al termine del biennio formativo in Piemonte dove ha svolto servizio nel battaglione di Moncalieri e nelle stazioni di Bistagno (AL) e Bubbio (AT). Nel 2003 e sino al 2004 è stato effettivo alla stazione di Guastalla per poi dal 2004 svolgere le funzioni vicarie alla stazione Carabinieri Reggiolo dove è stato sino al 2009 anno in cui è stato trasferito quale addetto con funzioni di vice alla stazione di Luzzara (RE) ultima sua sedie di servizio prima di approdare alla stazione Carabinieri di Reggiolo per assumere, nella giornata di ieri,  l’impegnativo ruolo di comandante della stazione.

Il sottufficiale durante l’attività svolta ha ottenuto encomi ed elogi dai superiori gerarchici per i risultati ottenuti.









Articolo precedentePrevisioni meteo Emilia Romagna, venerdì 4 novembre 2022
Articolo successivoDue arresti dei carabinieri per droga a Novellara