Il sindaco di Castellarano Giorgio Zanni è stato confermato ieri sera alla presidenza della Provincia di Reggio Emilia al termine delle elezioni tenutesi dalle 8 alle 20. Sono stati 283 – su 595 aventi diritto – i sindaci e consiglieri comunali di tutti i Comuni reggiani (tranne quello di Correggio, attualmente in regime di commissariamento) che si sono recati nel seggio allestito a Palazzo Allende, pari a un’affluenza del 47,5%  rispetto al 66,17% di quattro anni fa, una flessione che si spiega con la presenza di un solo candidato e con il fatto che nel 2018 si era votato anche per il Consiglio provinciale, con due liste che rappresentavano tutti i partiti.

“Ringrazio i sindaci e consiglieri comunali per la fiducia, che dimostra l’apprezzamento per il lavoro svolto insieme a tutti i consiglieri durante il primo mandato, affrontato con il sostegno di partiti e liste civiche di diversa estrazione con cui si è condiviso un progetto di campo largo in grado di tutelare l’intero territorio, dando voce e rappresentanza a tutti i Comuni, anche i più piccoli  – commenta il presidente Giorgio Zanni – Una maggioranza larga e dai saldi valori di centro-sinistra, che ha saputo però sempre lavorare e coinvolgere tutti, senza pregiudizi e preclusioni politiche, mettendo al centro esclusivamente la vita, il benessere ed anche le fragilità delle nostre comunità. E che con responsabilità e passione, grazie ai diversi sindaci che si sono succeduti nelle funzioni di vicepresidente e consigliere delegato, ha saputo gestire l’emergenza pandemica con la delicata fase della ripartenza e la complessa fondamentale partita dei fondi Pnrr, oltre agli investimenti in edilizia scolastica e infrastrutture di collegamento, la formazione e l’orientamento dei nostri giovani, le minacce della criminalità organizzata, le fragilità e le opportunità della montagna, il nodo cruciale di un sistema sanitario pubblico da difendere, per ridisegnare insieme la sanità territoriale del futuro”.

“Un intenso lavoro che tutti insieme intendiamo proseguire anche nei prossimi anni, con una “squadra di sindaci” che continuerà a lavorare per il bene della nostra comunità e per riaffermare l’insostituibile ruolo delle Province di servizio ad amministratori e cittadini reggiani, nell’attesa che si porti al più presto a compimento la necessaria riforma che dovrà restituire a questi enti piena dignità istituzionale ed economica, con funzioni e risorse”, conclude il presidente Zanni.









Articolo precedenteCarpi, ruba abbigliamento e agisce con violenza contro l’addetto alla sicurezza. Arrestato
Articolo successivoPapa “Israele e Palestina cerchino dialogo per la pace”