Il 3 dicembre, Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità, si svolgerà a Finale Emilia, presso la Stazione Rulli Frulli, una giornata di formazione e aggiornamento sulla Comunicazione Aumentativa Alternativa (CAA) e sugli inbook.

L’iniziativa è organizzata dal Sistema Bibliotecario Area Nord Modenese, in collaborazione con l’organizzazione di volontariato IL VOLO ODV ed è finanziata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Mirandola.

L’evento si rivolge innanzitutto alle famiglie, sempre protagoniste di questi tipi di intervento riguardanti la Comunicazione Aumentativa Alternativa, e agli operatori sanitari che di esse si prendono cura.

Inizialmente, Antonella Costantino, massima esperta a livello nazionale in questo campo, illustrerà alcune procedure mediche che si effettuano in ambulatorio e in ospedale e spiegherà come esse possano risultare molto più chiare e accettabili ai piccoli pazienti (ma anche ai più grandicelli), una volta tradotte in simboli.

Verranno poi proposti esempi di contesti inclusivi, sia per quanto riguarda l’ospedale, attraverso l’introduzione di un progetto innovativo di intrattenimento per i giovani pazienti in CAA e LIS (Lingua Italiana dei Segni), sia in ambito scolastico, attraverso la presentazione di diversi progetti relativi a tutti gli ordini e gradi di scuola.

Si parlerà anche di una delle ultime frontiere della CAA, ovvero del suo impiego per la costruzione di giochi adattati, spendibili in qualsiasi contesto, che iniziano ad essere presenti nelle biblioteche.

Ci sarà spazio anche per affrontare la tematica dei giovani adulti, tanto delicata quanto importante, ossia del diritto di “poter sbagliare” rispetto a una condizione di protezione e assistenza e quindi di controllo, che non sempre permette loro di esercitare scelte per la propria vita.

Lo sguardo, inoltre, sarà rivolto alle biblioteche, che da 10 anni sono diventate una sorta di ponte tra le famiglie e i vari ambiti di vita dei bambini, grazie agli inbook, i testi in simboli con linee guide specifiche, studiate appositamente dal Centro Studi Inbook di Milano, per agevolare il più possibile gli utenti con fragilità. In questo contesto, non potrà mancare naturalmente la testimonianza delle biblioteche del nostro territorio, che racconteranno di come sono nate le sezioni inbook e di come l’alleanza con la Neuro Psichiatria Infantile di Mirandola sia stata fondamentale nel loro percorso.

Infine chiuderà l’evento l’attrice e formatrice di “Nati per Leggere” Alessia Canducci, che attraverso le sue letture inbook, renderà ancora più tangibile come questi testi permettano di passare da un “io” che ha difficoltà nel relazionarsi agli altri, ad un “noi” sempre più pronto ad offrire strumenti adeguati per poter partecipare attivamente alla vita della comunità. E proprio questo “noi” si concretizzerà in una partecipazione attiva dei ragazzi che frequentano la Stazione e che fanno parte della banda musicale Rulli Frulli ideata e diretta da Federico Alberghini.

 

La Comunicazione Aumentativa Alternativa (CAA) è una modalità d’intervento che mira a supportare le persone con difficoltà di linguaggio e/o comprensione, attraverso vari strumenti, tra i quali vengono utilizzati ad esempio i simboli per indicare gli elementi che costituiscono il linguaggio.  In concreto, grazie ad appositi software, digitando la parola “sedia”, oltre al testo appare anche l’immagine della sedia: in questo modo, traducendo in simboli, trasformiamo quello che per tanti è un insensato susseguirsi di segni o suoni, in una sequenza di immagini comprensibile e quindi accessibile. 

 

La Stazione Rulli Frulli nasce con l’obiettivo di creare uno spazio dedicato all’aggregazione giovanile e all’inclusione educativa, lavorativa e sociale delle persone con disabilità. Al suo interno, tra le tante iniziative, è presente AstroNave Lab, laboratorio artigianale e socio-occupazionale di falegnameria e restauro, con annesso punto espositivo e di vendita dei prodotti realizzati, che avremo modo di apprezzare anche durante la giornata di studi. 

 

La Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità vuole sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza dei diritti e del benessere delle persone disabili, e porre l’accento sull’importanza dell’integrazione e inclusione verso la partecipazione politica, sociale, economica e culturale all’interno della società. Proprio per combattere i tanti stereotipi e pregiudizi legati al termine “disabilità”, la giornata di aggiornamento inizierà in mattinata con le danze di alcuni ballerini speciali della Coccinella Gialla dell’Anffas Onlus di Cento, a dimostrazione che non esistono limiti per esprimersi e soprattutto, per comunicare. 

 









Articolo precedenteMedaglia d’Argento al merito civile per Castel Maggiore
Articolo successivoOltre 66 mila le domande arrivate per il bando affitti 2022 della Regione