Nell’ambito dell’attività di tutela della sicurezza alimentare, i funzionari del Reparto Antifrode ADM dell’Ufficio di Modena, insieme ai Carabinieri del NAS (Nucleo Antisofisticazione e Sanità) di Parma, hanno sequestrato una partita di 14 chilogrammi di integratori alimentari provenienti dal Regno Unito.

Si tratta di 600 compresse e polveri contenute in spedizioni provenienti dal Regno Unito mediante un noto corriere espresso e dirette ad un soggetto professionale nazionale operante nel settore del fitness.

Gli integratori sono stati sequestrati in quanto, a seguito degli accertamenti, è emerso che i prodotti non erano destinati ad un uso personale bensì ad un uso commerciale e pertanto vietati poiché non registrati presso il Ministero della Salute.

La composizione e le caratteristiche di tutti gli integratori venduti in Italia devono essere notificate al Ministero della Salute, che pubblica e aggiorna il Registro degli integratori alimentari.

I prodotti resteranno bloccati in Dogana in attesa delle decisioni della competente autorità sanitaria che potrà disporne la distruzione o la possibilità di regolarizzazione.









Articolo precedenteAusl e Terzo settore: 256 associazioni, 7 tavoli distrettuali, 10 tavoli tematici
Articolo successivoLo 0-0 basta alla Croazia per gli ottavi, Belgio fuori