Dalle infrastrutture all’energia, dal welfare alla sanità fino alla transizione digitale: le Regioni ricoprono il ruolo chiave di raccordo tra Stato e cittadini, tra dimensione nazionale e locale delle politiche, e saranno chiamate a un protagonismo ancora più importante di fronte alle prospettive del nuovo regionalismo in Italia.

Uno scenario che rende ancora più stringente una riflessione articolata tra gli enti.

La prossima settimana, tra lunedì 5 e martedì 6 dicembre, la Lombardia ospiterà allora, tra Monza e Milano, la prima edizione del Festival delle Regioni: una iniziativa, a cadenza annuale, per favorire un confronto istituzionale che porti a elaborare proposte utili a rafforzare il ruolo delle Regioni e delle Province autonome.

Due giorni di incontri e appuntamenti istituzionali che vedranno il loro culmine nella firma, alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, dell’Intesa sottoscritta tra tutti i Presidenti per il riconoscimento della Conferenza delle Regioni come organo comune delle Regioni e Province autonome.

In questo primo Festival delle Regioni la Regione Emilia-Romagna è stata chiamata a portare la propria esperienza in ben tre dei cinque tavoli di lavoro tematici in programma: l’assessore Vincenzo Colla partecipa a quello dedicato a “Le Regioni e le Reti”, l’assessore Paolo Calvano a “Il modello dell’urbano regionale: come le Regioni possono tenere assieme città e territori”, mentre il sottosegretario alla Presidenza Davide Baruffi a quello su “Geopolitica, Europa e Pnrr”.

“Rafforzare il ruolo di tutti gli enti locali, e delle Regioni in particolare, è sempre stato un obiettivo dell’Emilia-Romagna- afferma il presidente della Regione, Stefano Bonaccini-. La valorizzazione delle autonomie territoriali, nel contesto dell’unità nazionale, per un Paese che possa viaggiare coeso e a una sola velocità, per risposte efficaci a cittadini, famiglie e imprese, oltre che agevolare l’attuazione del PNRR. Per questo motivo partecipiamo con interesse a questo appuntamento istituzionale di grande valore, soprattutto nel momento in cui dobbiamo uscire da una fase così difficile e ripartire insieme”.

Come seguire il Festival delle Regioni

La due giorni di Festival, ad eccezione del pomeriggio del 5 dicembre in cui i tavoli di lavoro saranno a porte chiuse, verrà trasmessa in streaming sul sito della Conferenza delle Regioni, sulla pagina Facebook e sul canale YouTube. L’evento sarà raccontato anche sui canali social Facebook e Twitter della Conferenza delle Regioni. L’hashtag ufficiale dell’evento è #ItaliadelleRegioni.

Il programma completo è a disposizione sul sito regioni.it.









Articolo precedenteL’Ausl di Reggio Emilia circa lo sciopero nazionale di 24 ore venerdì 2 dicembre
Articolo successivoSindaco di Modena a Roma dal ministro: Questura verso fascia A