L’Istituto per la storia della Resistenza e della Società Contemporanea di Reggio Emilia – ISTORECO[1] – sta organizzando, a partire dal 23 gennaio p.v. presso la Sinagoga di Reggio Emilia, l’allestimento di una mostra fotografica e artistica dal tema “Giusti tra le nazioni”, nell’ambito della quale, d’intesa con la Questura di Reggio Emilia, sarà realizzato un evento celebrativo in memoria di Giovanni Palatucci.

L’intento degli organizzatori è quello di offrire un tributo alla figura dell’ex Questore di Fiume Giovanni Palatucci, che ha sacrificato la sua vita, salvando dal genocidio molti ebrei stranieri e italiani e, al contempo, far conoscere ai più giovani la figura del Funzionario di Polizia, oltre che alcuni episodi accaduti a Reggio Emilia, nel periodo delle persecuzioni, compiute nei confronti degli appartenenti alla comunità ebraica.

All’iniziativa, prevista il 26 gennaio 2023 secondo il sotto indicato programma, oltre alle Autorità cittadine, parteciperanno 2 classi di terza media dell’Istituto Comprensivo “Marco Emilio Lepido” ed una classe del secondo anno del Liceo Umanistico “Matilde di Canossa” di Reggio Emilia.

 

Ore 09:30 Nell’aula magna della Questura dedicata a Giovanni Palatucci

  • Intervento del Questore di Reggio Emilia Giuseppe Ferrari;
  • lectio “La figura di Giovanni Palatucci nel contesto della seconda guerra mondiale”. Relatore il Prof. Massimo Storchi di ISTORECO.

 

Ore 10:30          

  • Parco Santa Maria[2] deposizione di una Corona alla targa che ricorda Giovanni Palatucci, collocata dal Comune di Reggio Emilia, nei pressi dell’albero piantumato in memoria dell’ex Questore di Fiume.

 

Ore 10:45

  • Breve riflessione sulle Pietre di Inciampo, poste nel centro storico, dedicate a Ida Liuzzi e alla Famiglia Ravà-Rietti cittadini reggiani deportati e poi deceduti nel campo di sterminio di Auschwitz, condotta dalla dottoressa Elisabetta Del Monte di ISTORECO.

 

Ore 11:15

  • Sinagoga di Reggio Emilia, visita alla Mostra “Giusti tra le Nazioni” in Emilia Romagna, guidata dal dottor Matthias Durchfeld di ISTORECO.

******

[1] L’Istituto per la Storia della Resistenza e della Società contemporanea in provincia di Reggio Emilia, sorto nel 1965, appartiene ad una rete nazionale di istituti costituiti al fine di tutelare e valorizzare il patrimonio documentario e le memorie della guerra di Liberazione in Italia e dell’intero ’900. Istoreco svolge da tempo attività di ricerca, conservazione documentaria, divulgazione della storia contemporanea e trasmissione della memoria, con un’ampia attività didattica, di aggiornamento dei docenti in servizio per le scuole di ogni ordine e grado con un solido radicamento nel territorio provinciale (istituzioni, associazioni della società civile, ecc.), di formazione per giovani ricercatori e con una rete di rapporti sia a livello nazionale che a livello europeo.

 

[2] Parco pubblico ubicato accanto alla Questura.









Articolo precedenteBmr Basket 2000 inaugura positivamente il girone di ritorno: finisce 75-96 sul campo del Bologna Basket 2016
Articolo successivoContinua l’impegno delle Forze dell’Ordine per restituire ai cittadini aree urbane colpite da fenomeni di degrado