ROMA (ITALPRESS) – “A seguito delle dichiarazioni di Silvio Berlusconi sull’Ucraina abbiamo deciso di annullare le nostre giornate di studio a Napoli. Il supporto per l’Ucraina non è facoltativo. Antonio Tajani e Forza Italia nel Ppe hanno il nostro pieno sostegno. Proseguiamo la collaborazione con il governo italiano sui temi dell’Unione Europea”. Lo annuncia su Twitter il presidente del Partito Popolare Europeo Manfred Weber. Annullato quindi l’evento del Ppe in programma a Napoli a giugno.
Da Forza Italia numerose le reazioni critiche nei confronti della decisione annunciata da Weber.
“Il presidente Silvio Berlusconi è da sempre un punto di riferimento del Ppe, di cui incarna al meglio i valori. Il suo impegno per la pace è concreto, come testimonia l’accordo
storico di Pratica di Mare, e la sua posizione sull’Ucraina è
chiara come quella di Forza Italia, di cui è il leader indiscusso. Annullare le giornate di studio a Napoli è incomprensibile”, afferma il ministro per la Pubblica amministrazione, Paolo Zangrillo.
“Le parole di Manfred Weber con la decisione di annullare l’evento del partito popolare europeo previsto a Napoli a seguito delle dichiarazioni di Silvio Berlusconi sono un’offesa alla verità e insieme una sterile quanto incomprensibile ritorsione lontane dallo stile e dalla storia della famiglia dei liberali europei”, dichiara Giorgio Mulè, vicepresidente della Camera e deputato di Forza Italia.
“Forza Italia, infatti, è il presidente Berlusconi e mai è venuto meno il sostegno convinto all’Ucraina avendo votato sempre a favore di tutte le misure a favore dello Stato invaso dalla Russia – aggiunge -. Lo ha sempre fatto Berlusconi indicando come sempre a ognuno di noi una via chiara e cristallina. Per questo l’iniziativa di Weber appare comprensibile solo se letta da chi, ad esempio a sinistra, vuol dividere il fronte dei moderati cavalcando una polemica inesistente. Dunque Weber chieda scusa e metta fine al più presto a questo increscioso incidente”.

– foto Agenziafotogramma.it –

(ITALPRESS).









Articolo precedenteCovid: nella settimana dal 10 al 16 febbraio sono stati 2.106 nuovi casi, quasi 2.400 guariti
Articolo successivoBerlusconi “Ppe apra subito un tavolo per la pace”