In attesa dell’ufficializzazione della data dell’inaugurazione, l’Amministrazione comunale si sta preparando alla riapertura del Teatro Dadà, al termine del complesso intervento di riqualificazione dell’edificio.

Per riavviare l’esperienza di collaborazione e coprogettazione con il tessuto associativo del territorio, la Città di Castelfranco Emilia ha pubblicato l’Avviso pubblico rivolto alle associazioni e agli enti del terzo settore del territorio che sono interessate a organizzare eventi per il pubblico e che completerà l’offerta culturale proposta da ERT – Emilia Romagna Teatro.

Per questo, la Giunta comunale ha disposto, nella seduta di martedì 21 febbraio, di concedere in uso gratuito il teatro Dadà, per il periodo compreso tra aprile e giugno 2023, mettendo a disposizione delle associazioni, scuole e altre realtà del territorio venti giornate per la realizzazione di manifestazioni culturali, di carattere sociale o legate a finalità istituzionale.

I destinatari dell’Avviso sono gli enti del terzo settore, le istituzioni scolastiche e gli organismi di rappresentanza dei genitori nell’ambito delle scuole, le parrocchie del territorio.

“La collaborazione con il territorio ha caratterizzato l’attività del teatro, prima della pandemia e dell’avvio dei lavori; l’Amministrazione comunale ha l’obiettivo di riprendere questo percorso e, anzi, svilupparlo ulteriormente” commenta l’assessore alla Cultura, Leonardo Pastore “insieme al gestore del Dadà, ERT, stiamo portando avanti il programma per la riapertura del teatro con l’obiettivo di riconsegnare ai cittadini castelfranchesi un spazio culturale che possa diventare il cuore pulsante della città: uno spazio aperto, che sia un riferimento centrale per la comunità”.

L’avviso e il modello per presentare la domanda per l’organizzazione di eventi e manifestazioni sono reperibili sul sito web comunale, la scadenza per presentare la domanda di utilizzo del Teatro Dadà, è fissata per il 10 marzo 2023.

La domanda può essere presentata all’indirizzo PEC della Città di Castelfranco Emilia oppure  può essere consegnata allo Sportello del cittadino, in Corso Martiri 216, negli orari di apertura al pubblico.  Il  Servizio Sport Associazionismo e Volontariato è a disposizione per informazioni.

 









Articolo precedenteCinghiali, Coldiretti: con siccità 1 incidente ogni 2 giorni, è allarme
Articolo successivoBanca Mediolanum si rafforza in Sicilia, Family Banker Office a Messina