Teatro dell’Orsa, Cuori di Terra (foto di Gaetano Nenna)

«Così emblematica per il suo esito tragico, quella dei Cervi rappresenta la storia di molte famiglie emiliane, di gente che matura consapevolezza politica e sociale orientata verso i principi di solidarietà e di umanità, in un cammino di emancipazione che si manifesta con l’antifascismo e la Resistenza. La vicenda dei Cervi è singolare per la grande vitalità che si intravede; il coraggio, l’arguzia, l’allegria con cui la famiglia visse dal principio alla fine la sua tragedia. Ci sono storie che si aggrappano alla Storia, che qualcuno preferisce dimenticare ma che rinascono dentro gli occhi di chi le ascolta»: Monica Morini e Bernardino Bonzani del Teatro dell’Orsa introducono Cuori di Terra. Memoria per i sette fratelli Cervi, spettacolo che sarà in scena lunedì 24 aprile alle ore 21 al Circolo Kaleidos di Poviglio, in occasione delle celebrazioni della Festa della Liberazione 2023.

Cuori di Terra ha vinto il Premio Scenario per Ustica, il prestigioso riconoscimento nazionale per l’impegno nel teatro civile e di memoria «per la lettura non agiografica della storia dei fratelli Cervi riletta nella complessità di una vicenda che connette impegno politico e battaglie quotidiane per l’emancipazione della persona e il progresso nelle relazioni umane, nel lavoro e nella società».

«Questo spettacolo porta una visione più che mai attuale nella situazione che stiamo vivendo» aggiungono gli artisti «A un uomo che domanda come si possa prevenire la guerra, Virginia Woolf, nel libro Le tre ghinee, risponde: “Occorre narrare biografie”. Quasi a suggerire che, nell’imminenza di una guerra e perciò di migliaia di morti, l’antidoto migliore è quello di raccontare delle storie di vita, dell’unicità insostituibile di quelle esistenze, patrimoni che possono essere perduti per sempre».

«I Cervi ancora oggi sono a indicare una via, sono stella polare» concludono «La pace, la libertà non sono diritti individuali: si rispecchiano negli altri, perché ciascuno è parte di un tutto. Chi non ha memoria non costruisce futuro».

Ingresso: intero € 15, fino ai 18 anni ingresso gratuito.

Info e prenotazioni: bar del Circolo Kaleidos, tel. 0522 969386 (dalle 13 alle 22)

Il Circolo Kaleidos si trova in via Bologna 1 a Poviglio (RE).

Info sulla Compagnia: http://www.teatrodellorsa.com/.

 

 









Articolo precedenteCampagnola Emilia, calci e pugni in faccia alla moglie: pena esecutiva, finisce in carcere
Articolo successivoCastelnovo Monti: un 25 aprile di Resistenza, Libertà e Pace