foto: Venturelli

Un tuffo nel Cinquecento, l’altra sera a Castelvetro, con il banchetto rinascimentale in costume della “Festa a Castello” sulla centrale piazza della Dama. L’evento, giunto alla sedicesima edizione, come sempre organizzato dall’associazione Dama Vivente in collaborazione con l’Amministrazione comunale di Castelvetro, ha visto quest’anno la partecipazione di 220 commensali, rigorosamente abbigliati in abiti in stile cinquecentesco.

Secondo tradizione, il banchetto è stato accompagnato da una nutrita serie di spettacoli con sbandieratori, caroselli di armigeri, trampolieri ed esibizioni di giocoleria con il fuoco. A condire il tutto, danze storiche che hanno coinvolto gli ospiti per tutta la serata, conclusasi con i fuochi a cascata sulla facciata del palazzo comunale.

La Festa a Castello tornerà nel 2025: come noto, essa viene organizzata in alternanza con la famosa “partita a dama vivente” e il corteo storico della manifestazione “Il ’500 a Castelvetro”, che si svolgerà nel settembre del prossimo anno.









Articolo precedentePrimo giorno di scuola, sindaco Vecchi e assessora Curioni in visita alle scuole di via Kennedy e alla Pascoli
Articolo successivoAlluvione, Ikea Italia dona oltre 2.500 mobili ai Comuni colpiti dall’alluvione