Mezzacqui, Gianfelici e Gianaroli

Il 16-17-23-24 settembre torna a Castelvetro di Modena la Sagra dell’Uva e del Lambrusco Grasparossa di Castelvetro. La 56esima edizione della manifestazione ha in programma degustazioni, musica, enogastronomia e street food. La rassegna è ricca di appuntamenti che coinvolgeranno tutto il territorio, dalle sue emergenze culturali alle botteghe, dagli agricoltori alle associazioni di volontariato.

Cuore della manifestazione il “Percorso Degustazione Lambrusco Grasparossa” allestito nel suggestivo centro storico dove 16 aziende vitivinicole del territorio, all’interno di caratteristici chioschi in legno, saranno protagoniste di assaggi dal gusto e profumo unici. Si potrà partecipare acquistando il “kit Sagra dell’Uva” (calice in vetro con tracolla, carnet per assaggi e mappa del percorso) per apprezzare e confrontare le diverse produzioni. Gli appassionati di vino potranno inoltre visitare le cantine aderenti alle aperture straordinarie.

Per Giorgia Mezzacqui, vicesindaca e assessora al turismo del Comune di Castelvetro «il senso identitario di una Sagra è profondo e significativo. Riflette la nostra identità e la nostra storia locale. Non solo: la Sagra valorizza il senso di comunità e appartenenza, celebra il nostro prodotto maggiormente conosciuto nel mondo promuovendone i luoghi di produzione e di nascita. L’obiettivo a cui vorrei tendere è una Sagra che riesca – nonostante gli individualismi e cambiamenti del presente – a coinvolgere il paese, non solo in termini di partecipazione bensì di costruzione. Mantenere i legami fra le persone, cosa non semplice oggi quando i nostri occhi tendono a vedere sempre e solo noi stessi, dimenticando pure i nostri vicini di casa».

La vera sfida oggi è il senso reciproco di una Sagra: il filo che vorremmo ci unisse ma che spesso rischia di perdersi. Sagra è comunione, è identità, è tradizione e futuro, ma, soprattutto, Sagra deve essere comunità. Ritrovarsi lungo le nostre strade che spesso percorriamo in solitudine e silenzio, e prendersi invece per mano».

In via Sinistra Guerro, largo spazio allo shopping presso i negozi locali e le numerose bancarelle di prodotti tipici, artigianato, abbigliamento e molto altro. In tutta l’area della manifestazione non mancheranno gli stand gastronomici che proporranno specialità variegate e stuzzicanti.

Per l’occasione, turisti e visitatori potranno vivere il borgo in una cornice arricchita da spettacoli, mostre, street band, intrattenimenti per grandi e piccini tra i quali il trenino turistico!

Attesissima, domenica 17 settembre, la tradizionale sfilata dei Carri di Bacco dal tema “Nel mondo della fantasia: storie di avventure che ci hanno fatto sognare!”

 

ORARI DELLA MANIFESTAZIONE

  • SABATO 16 E 23 SETTEMBRE

– Via sinistra Guerro dalle 16.00 alle 24.00

– Centro storico dalle 17.00 alle 24.00

 

  • DOMENICA 17 e 24 SETTEMBRE

– Via sinistra Guerro dalle 10.00 alle 24.00

– Centro storico dalle 11.00 alle 23.00

 

TARIFFE PERCORSO DEGUSTAZIONE

€ 25,00 calice + carnet da n. 15 degustazioni (un assaggio presso ognuna delle cantine presenti)

€ 20,00 calice + carnet da n. 8 degustazioni libere

€ 15,00 calice + carnet da n. 4 degustazioni libere

€ 12,00 Drink Card carnet da 4 degustazioni libere (acquistabile solo se già in possesso del calice in vetro della manifestazione)

  • I Coupon degustazione sono validi per tutte le date della manifestazione








Articolo precedenteAlluvione, Ikea Italia dona oltre 2.500 mobili ai Comuni colpiti dall’alluvione
Articolo successivoIl sistema regionale del 118, una rete di emergenza diventata modello per il Paese