Domenica 1 ottobre, una granata verosimilmente risalente alla seconda guerra mondiale, è stata rinvenuta a Vezzano sul Crostolo, nel letto di un corso d’acqua in secca. A chiamare i carabinieri della stazione di Vezzano è stato un signore di 46 anni che nel pomeriggio di domenica, mentre faceva una passeggiata, ha notato l’oggetto in metallo, presunto ordigno bellico inesploso. I militari che sono intervenuti hanno provveduto nell’immediatezza alla recinzione dell’area relativa al rinvenimento della bomba, in attesa dell’intervento di personale specializzato, al fine di procedere alla bonifica dell’ordigno. L’area di riferimento risulta distante dalle abitazioni.









Articolo precedenteCibo e gente dell’Emilia: dal 6 all’8 ottobre torna la rassegna che racconta la cultura del buon vivere
Articolo successivoCastelnovo Ne’ Monti, mercoledì 4 ottobre attivazione della Guardia Medica Straordinaria