Lascia l’Arma, ma non la provincia reggiana, in quanto continuerà a vivere con la sua famiglia sempre a Villa Minozzo. Il Luogotenente C.S. Vinicio Antonioli è andato in pensione l’11 ottobre scorso. Una lunga carriera quella del Luogotenente C.S. Vinicio Antonioli quasi interamente trascorsa nella provincia reggiana, che l’ha visto per 23 anni comandare la stazione Carabinieri di Villa Minozzo, rappresentando un punto di riferimento per i militari dipendenti e per i cittadini. Originario di Massa, si è arruolato nell’Arma dei Carabinieri nel febbraio del 1982 quale Carabiniere, per approdare all’allora scuola vicebrigadieri dapprima a Velletri e poi Firenze. Arriva a Castelnovo né Monti nel 1986 dopo aver svolto due anni a Firenze presso il Reparto Comando della Scuola.

Dal 1986 al 1989 ha prestato servizio quale capo equipaggio dell’aliquota Radiomobile della compagnia di Castelnovo né Monti, poi, un anno a Fiorenzuola d’Arda sempre quale capo equipaggio aliquota radio mobile. Dal 1990 al 2000, ha svolto circa dieci anni al comando della stazione carabinieri di Ligonchio, specializzandosi peraltro quale carabiniere sciatore. Dal luglio 2000 al 10 ottobre scorso, per circa 23 anni ha retto con grande professionalità il comando della stazione carabinieri di Villa Minozzo.

Nel corso della sua pluriennale carriera il Luogotenente Antonioli ha conseguito attestati di riconoscimento per l’attività lavorativa prestata, venendo insignito della  “medaglia mauriziana al merito 10 lustri di carriera”, anche se a lui rimarranno nel cuore gli attestati di riconoscimento dei cittadini di Villa Minozzo che lui considerava la sua famiglia a cui si è dedicato con abnegazione rappresentando per loro un punto di riferimento, infatti proprio il 6 ottobre scorso, qualche giorno prima del suo congedo, il Comune e la cittadinanza hanno voluto omaggiare il Luogotenente con una cerimonia di commiato, a cui erano presenti anche personale della croce rossa e dell’associazione nazionale carabinieri, i quali hanno consegnato ognuno per la loro parte, una targa, quale segno di grande stima e affetto per un uomo dello Stato che ha posto al primo gradino della scala dei valori il servire i cittadini che altro non erano che la sua famiglia.

Prima di essere collocato in congedo per raggiunti limiti di età il luogotenente Antonioli è stato ricevuto dal comandante provinciale dei Carabinieri di Reggio Emilia colonnello Andrea Milani che ha espresso parole di elogio e di ringraziamento a favore del luogotenente per l’attività svolta. Parole di elogio quelle del colonnello Andrea Milani non solo per i risultati ottenuti in questi lunghi anni di carriera militare ma anche per la professionalità, l’umanità, la dedizione al servizio con cui ha interpretato l’importante funzione di rassicurazione sociale che i carabinieri svolgono a favore delle comunità. Parole che dimostrano l’affetto e il rispetto per un uomo dello Stato che ha posto al primo gradino della scala dei valori il servire i cittadini. In attesa della nomina ufficiale la stazione dei carabinieri di Villa Minozzo, sarà retta dal Maresciallo Danilo Fracasso in forza a quel Reparto.









Articolo precedenteImmigrazione clandestina: la Gdf reggiana accerta frode fiscale per 1 milione di euro
Articolo successivoPrevisioni meteo Emilia Romagna, mercoledì 18 ottobre 2023