La Polizia di Stato di Bologna ha tratto in arresto due giovani per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio. L’operazione è stata condotta in via Della Beverara, dove gli agenti hanno scoperto un traffico di droga in una cantina all’interno di uno stabile condominiale.

L’arresto è avvenuto nel primo pomeriggio di ieri quando gli agenti delle Volanti dell’U.P.G.S.P. (Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico) sono stati allertati da una segnalazione di lite verbale nell’androne condominiale di un palazzo. Giunti sul posto, notavano un individuo che stava uscendo dalla cantina, poi risultata essere in uso ad un parente.

Insospettiti dal comportamento dei giovani, gli agenti effettuavano una perquisizione durante la quale venivano rinvenute tre buste di plastica sigillate contenenti marijuana, con un peso netto di circa 1 kg, e quindici panetti di hashish, con un peso netto di circa 1,5 kg, oltre a materiale per il confezionamento di stupefacenti.

La perquisizione domiciliare estesa all’abitazione di uno dei due conduceva al rinvenimento di 5 piante di marjuana, un bilancino di precisione, un essiccatore, una lampada da coltivazione a led, alcune confezioni di funghi allucinogeni e materiale per il confezionamento di stupefacenti, materiale tutto sottoposto al sequestro penale.

Entrambi i giovani sono stati tratti in arresto per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Per loro sono scattati gli arresti domiciliari in attesa del giudizio di convalida.

 









Articolo precedente30 aziende ispezionate dai carabinieri del NIL nel bolognese: 9 addetti impiegati al lavoro “in nero”
Articolo successivoSalutequità “Sulla prevenzione sanitaria serve un cambio di passo”