Procede, sul territorio comunale di Castelvetro, il passaggio alla nuova modalità di raccolta dei rifiuti con il sistema integrato: nel forese sono stati rimossi i vecchi cassonetti e la raccolta “porta a porta” è operativa da un paio di settimane, mentre nei centri urbani è in corso la sostituzione dei cassonetti con quelli “intelligenti” con tessera magnetica.

Un avvio che, come in ogni altro comune dell’Unione Terre di Castelli, non ha mancato di portare con sé polemiche e contestazioni da parte dei cittadini, manifestate, in particolare, nelle tre partecipate assemblee pubbliche svolte quest’estate. Uno dei rilievi mossi all’indirizzo dell’Amministrazione comunale è stato quello di non controllare adeguatamente gli abbandoni dei rifiuti. «Non risponde al vero questa contestazione – dice l’assessore castelvetrese all’ambiente, Ernesto Maria Amico -: già da tempo si sta intervenendo per contrastare questi atti incivili, grazie alla collaborazione tra uffici comunali, polizia locale, gestore e volontari e grazie anche all’attività di segnalazione di tanti cittadini che, giustamente, non sopportano di vedere il loro paese deturpato». In effetti, nei tabulati resi noti dal Corpo unico di Polizia locale dell’Unione relativi alle sanzioni nel periodo maggio-settembre, emerge come a Castelvetro ne siano state comminate 34 su un totale complessivo nei comuni dell’Unione pari a 200. «Intensificheremo le azioni di contrasto – continua Amico – soprattutto in questo periodo di passaggio alla nuova modalità. I comportamenti civili sono alla base del raggiungimento dei risultati: raccolta differenziata di maggiore qualità e minore quantità di rifiuto indifferenziato, con benefici per l’ambiente e per l’economia delle famiglie».

«Per raggiungere il risultato – aggiunge il vicesindaco Giorgia Mezzacqui – ci vogliono impegno, confronto e investimenti; ci rendiamo conto che la strada percorsa è tanta e tanto è ancora da fare, ma siamo certi che con la collaborazione e l’essere attenti le cose possano migliorare. Da parte nostra continueremo a prestare la massima attenzione a questo tema».

Intanto, l’Ufficio ambiente e l’ufficio tributi del Comune sono quotidianamente impegnati a rispondere alle problematiche dei cittadini.









Articolo precedenteInzaghi “A Torino servirà un’ottima Inter, Lautaro top”
Articolo successivoDue furti nella notte in danno di esercizi commerciali, a Correggio e a Reggio Emilia