Il 4 novembre, data in cui ricorre il Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate, per commemorare la fine della Prima Guerra Mondiale nel 1918, l’Amministrazione comunale di Castelfranco Emilia, insieme ad A.N.P.I. (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) – sezione di Castelfranco Emilia e FIAP (Federazione Italiana Associazioni Partigiane) di Castelfranco Emilia, organizzano un corteo pubblico per le vie cittadine, con ritrovo alle 14.30 in Piazza della Vittoria davanti al Municipio.

La manifestazione prevede la deposizione di una corona alla lapide dei 73 Caduti partigiani castelfranchesi e l’arrivo alle 15.00 alla Biblioteca comunale Lea Garofalo (Sala Gabriella degli Esposti).

Dopo il saluto ai partecipanti del Sindaco di Castelfranco Emilia, Giovanni Gargano, presiederà l’incontro Iames Cavalieri, Presidente di A.N.P.I., sezione di Castelfranco Emilia, con un intervento di Giuseppe Guberti, Segretario FIAP, sezione di Castelfranco Emilia. Seguirà la consegna dei riconoscimenti alle Forze di Polizia locali e degli attestati di ringraziamento per le attività realizzate presso i Comuni romagnoli colpiti dall’alluvione dello scorso maggio.

“La Giornata dell’Unità d’Italia e delle Forze Armate è una ricorrenza speciale dedicata ai valori di pace, libertà, uguaglianza umana e sociale sanciti dalla Costituzione Repubblicana, che merita una valorizzazione ancora maggiore in una fase delicata come quella che sta attraversando oggi il mondo intero con il conflitto in Medio Oriente. Per questo volgiamo riunire la cittadinanza di Castelfranco Emilia per celebrare l’anniversario dell’Unità italiana, con l’auspicio che Stati e Governi scelgano la via della pace, del disarmo e della collaborazione tra i popoli, per assicurare all’umanità un avvenire di sviluppo sociale e civile” commenta il Sindaco Giovanni Gargano.

 

 









Articolo precedenteMedici di Medicina Generale, attivazione della Guardia Medica Straordinaria a Castellarano e Baiso
Articolo successivoChiusure notturne programmate sulla Tangenziale di Bologna, sulla A13 e sulla A14